‘La regina degli scacchi’, serie tv di successo, fa breccia anche al Cus Caserta

‘La regina degli scacchi’ ha catturato proprio tutti, a partire dai cineasti di Netflix per espandersi poi a macchia d’olio. Come spesso accade, infatti, anche in questo caso la tendenza viene scandita dal piccolo schermo, con una serie tv che in pochissimo tempo è diventata virale. La motivazione che ha spinto il Centro Universitario Sportivo (Cus) di Caserta, “insieme all’associazione Follemente Scacchisti, di dar vita a un corso online di scacchi, con l’intento di avvicinare quante più persone possibile a questa disciplina”, racconta il dott. Luigi Fattore, segretario del Cus Caserta, “attivo con una squadra di Volley e una di calcio a cinque. Ci piacerebbe in futuro di dar vita anche a un club scacchistico con sede alla Vanvitelli e, perché no, aderire in futuro alla Federazione Scacchistica Italiana”. Il corso, scaturito da un confronto di idee tra il delegato alle attività sportive di Ateneo, prof. Nicola Colacurci, e il Presidente del CUS Vincenzo Corcione, avrà inizio nei primi di marzo e sarà possibile iscriversi per tutto il mese di febbraio: “si terranno sedici incontri di due ore ciascuno, il martedì e il venerdì, dalle ore 18.00 alle 20.00. Verrà creato un gruppo whatsapp sul quale tutti i partecipanti potranno interfacciarsi e reperire i link delle lezioni, che si terranno presumibilmente su Google Meet, così da poterle recuperare in caso di assenza. Sul gruppo sarà inoltre possibile discutere di analisi scacchistica”, spiega il dott. Fattore. Per iscriversi, è sufficiente riempire il modulo di iscrizione scaricabile dal portale del CUS ed effettuare un versamento di dieci euro sul conto corrente indicato: “abbiamo pensato di far pagare soltanto il prezzo del tesseramento. Si tratta di un’ottima occasione, e non solo perché con la tessera CUS si può accedere a una ghiera di sconti e promozioni, ma perché le singole lezioni di scacchi hanno in genere un costo che varia da quindici a trenta euro l’ora”. Istruttori saranno Nicola Santangelo e Donato D’Elia, ed è quest’ultimo ad illustrarci il contenuto del programma: “il corso, aperto a tutti, è destinato prevalentemente ai principianti. Sin dall’inizio studieremo la scacchiera, l’utilità e lo scopo dei vari pezzi. Inoltrandoci ed entrando quindi nel vivo del corso, apprenderemo le strategie e le tattiche essenziali, quelle più importanti che, ahimè, talvolta si sottovalutano anche a livello agonistico. Durante le lezioni, sfruttando piattaforme scacchistiche online, i partecipanti verranno messi di fronte all’analisi della scacchiera e verrà chiesto loro di muovere i pezzi. Inoltre, verranno organizzati brevi tornei per valutare il livello di apprendimento di ognuno. Poi, alla fine del corso, ci dedicheremo a un torneo più completo, di circa due ore”, sostiene D’Elia. Uno sport, quello degli scacchi, che fatica oggi a far proseliti, ed è per questo “che un’ondata pubblicitaria come la ormai notissima serie tv era in qualche modo necessaria – continua l’istruttore – Si tratta di un gioco bellissimo, che cela in sé un intero mondo da scoprire; non è certo un caso se è sopravvissuto per secoli e secoli fino ad arrivare a noi sostanzialmente invariato. È vero anche che le associazioni scacchistiche non contano spesso un gran numero di aderenti, ma l’impegno profuso è costante e instancabile”. E la pandemia non ha fermato l’attività dell’associazione, la cui parte social è curata dagli scacchisti Giuseppe Danilo Di Stasio, Silvio La Ricca e Walter Duraccio, che sono i primi streamers italiani di scacchi, partners ufficiali della piattaforma Chess.com: “la nostra attività social è molto importante, con quattro dirette Twtch a settimana e tre video caricati su YouTube dai contenuti divertenti e istruttivi”. È quindi nell’ottica di avvicinare le persone a questo fantastico mondo a sessantaquattro caselle che il CUS di Caserta ha deciso di collaborare con Follemente Scacchisti, con sede a San Nicola La Strada, “e magari chissà”, conclude Fattore, “in futuro potremmo vantare un club scacchistico di tutto rispetto, almeno questo è l’intento. Per il momento invitiamo tutti a partecipare o anche solo ad informarsi. Tutte le informazioni utili si trovano sul portale ufficiale del CUS Caserta”.
Nicola Di Nardo

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -





Articoli Correlati