Acquagym, con la primavera alle porte si fa sul serio

“Agli allievi dico sempre di essere costanti. La continuità è l’aspetto fondamentale per ottenere dei risultati”. Giorgia Romano, 23 anni, tanti passati da istruttrice di nuoto ai bambini, dallo scorso settembre è impegnata a bordo vasca come istruttrice di Acquagym: “lo praticavo già come allieva. Mi è sempre piaciuto. Adesso mi sto specializzando”. Allenamenti serali tutti i giorni della settimana. Due i turni da un’ora, con partenza alle 19.10: “c’è sempre una buona affluenza. In vasca si alternano ragazze a donne più grandi di età”. E i maschi? “Lo sottovalutano come sport e sbagliano perché l’Acquagym aiuta molto il fisico. Gli allenamenti sono molto intensi per braccia, gambe e addome”. Piani di lavoro programmati in base alla stagione. Con l’arrivo della primavera in acqua si passerà a un allenamento molto più pesante: “si avvicina il caldo ed è bene arrivare pronti alla prova costume. Cerco sempre di proporre esercizi diversi per non rendere pesante l’attività fisica”. Partenza con venti minuti di riscaldamento in acqua, poi, in base al giorno “si passa a una fascia muscolare particolare, insistendo molto sull’aspetto aerobico”. Al CUS è felice, ma non manca un desiderio per il futuro: “mi piacerebbe se in piscina si promuovessero iniziative carine per festeggiare giornate particolari. Ai bambini del nuoto, durante il carnevale, portavo io delle maschere. Oggi, in occasione di San Valentino, porterò dei cioccolatini. Ma sarebbe bello se tutto questo partisse da un’organizzazione di gruppo”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati