Confini meno netti tra le aree disciplinari, Corsi di Studio in collaborazione

Ad Economia approvato il bonus punti sul voto di laurea per gli studenti che svolgeranno un periodo di studi all’estero con il progetto Erasmus. “Si tratta di un modo per incentivare i nostri ragazzi, che comunque sono già numerosi (circa 40 ogni anno), a studiare in università europee, e rientra nel piano strategico di Ateneo per l’internazionalizzazione. Il numero di punti varia in base alla lunghezza del soggiorno”, spiega il prof. Francesco Izzo, Direttore del Dipartimento che registra una tendenza positiva nelle immatricolazioni (circa 800 sul totale di Triennali e Magistrali) “tenendo anche conto del calo del numero di diplomati, legato alla crescita zero”. E della scelta di molti di andare a studiare in atenei del nord, “dove ritengono di trovare un tessuto economico più vivace. Fortunatamente per noi, invece, possiamo affermare che questa è in parte una convinzione errata, perché sono sempre di più le giovani imprese che stanno fiorendo sul nostro territorio e sono diverse le aziende che hanno vocazione internazionale e sede nel casertano, con testimonianze importanti nei settori delle automotive, meccanico, agroalimentare, moda e aerospazio. Aziende consapevoli dell’importanza del capitale umano che si rivolgono agli atenei campani”. L’invito, quindi, è a non fuggire e non lasciarsi attrarre dal ‘brand’ degli atenei più noti.
Per rendere ancora più innovativa l’offerta formativa, si sta lavorando anche su Corsi di studio in collaborazione con altri Dipartimenti. Come “il nuovo Corso di Ingegneria Gestionale incardinato ad Ingegneria di cui una quota di lezioni si terrà ad Economia”, e “un doppio titolo con Giurisprudenza, che ci auguriamo possa partire per l’anno accademico 2020/21”. Questi sono esempi, sottolinea il prof. Izzo, “di quella volontà che anima tutti i Dipartimenti della Vanvitelli a collaborare e realizzare un’offerta multidisciplinare. Ormai i confini tra un’area disciplinare e un’altra non sono più così netti. Le imprese ricercano sempre più professionisti con competenze allargate e interdisciplinari e quindi è necessario che gli ingegneri abbiano competenze economiche, così come i giuristi quelle manageriali, gli economisti quelle linguistiche o giuridiche e così via”.
Da segnalare, infine, il Corso di Perfezionamento che partirà dal prossimo anno in Gestore delle crisi da sovraindebitamento aziendale: “Si tratta di una nuova figura, prevista dal Ministero della Giustizia e per la quale nascerà un albo dal quale verranno chiamati i gestori per risolvere situazioni di crisi aziendali. In collaborazione con il Dipartimento della Giustizia e la Camera di Commercio di Caserta, questo Corso formerà queste figure professionali che con il conseguimento del titolo possono iscriversi in questo albo”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati