Consiglio Superiore delle Comunicazioni, nomina per la prof.ssa Giovanna De Minico

Lo scorso 4 dicembre presso il Consiglio Superiore delle Comunicazioni, alla presenza del Ministro delle Telecomunicazioni Paolo Gentiloni, si è tenuta la cermonia di insediamento dei nuovi membri del Consiglio, presieduto da Enzo Cheli e di cui fa parte anche la prof.ssa Giovanna De Minico, docente di Diritto dell’informazione presso la Facoltà di Giurisprudenza della Federico II. Il Consiglio Superiore delle Comunicazioni è un organo consultivo del Ministero delle Telecomunicazioni che ne copre tutta l’area di intervento, dall’audiovisivo, alle telecomunicazioni, alla stampa. “L’organo esiste da lungo tempo”, spiega la prof. De Minico, “ma l’intenzione del Ministro è di rivalutarlo, avvalendosi del suo supporto piuttosto che ricorrendo a costose convenzioni esterne. Da un lato si approfitta di professionalità ad hoc, dall’altro si punta a un risparmio di risorse”. Le consulenze fornite dai 33 membri del Consiglio, che restano in carica tre anni, sono infatti quasi gratuite. “I primi temi su cui lavoreremo sono la riforma della televisione e dell’audiovisivo e quello della revisione delle direttive Cee sulle telecomunicazioni, settore nel quale io sono specializzata”, dice la professoressa, che ha già scritto ampiamente sui due disegni di legge Gentiloni. La composizione dell’organo è mista, ne fanno parte economisti, ingegneri e giuristi. La prof.ssa De Minico è stata nominata direttamente dal Ministro. 
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati