Diritto Costituzionale, testo solo on-line

Mercoledì 4 novembre un gruppo di studenti si reca in Presidenza per affrontare un problema che da qualche tempo coinvolge gli appartenenti alla I cattedra di Diritto Costituzionale, titolare il prof. Massimo Villone. I ragazzi lamentano che il manuale di riferimento per sostenere l’esame è acquistabile solo on-line, è nominativo – e quindi non è possibile prestarlo – ed è costoso, 60 euro. Poi bisogna considerare la parte speciale, anche questa reperibile solo in rete, che si aggira attorno ai 30 euro. “Siamo qui – spiega Enrico – per chiedere al Preside un’alternativa all’acquisto del testo on-line che non pregiudichi poi il buon esito dell’esame”. In realtà, il professore associa al suo manuale un altro libro in alternativa, il Bin-Pitruzzella, fermo restando la parte speciale. “Purtroppo in sede d’esame – incalza Massimo – gli assistenti fanno differenza tra i due programmi. Chi utilizza il Bin è svantaggiato e supera la prova con risultati meno brillanti”. Giada nota: “ci sono studenti che non hanno il collegamento internet, magari per problemi economici, e di conseguenza non possono acquistare il libro. Senza contare che il manuale di Bin non prevede gli aggiornamenti che invece in sede d’esame vengono richiesti”. Differenze di valutazione anche secondo Giacomo: “i collaboratori di cattedra sono preparati sul manuale di riferimento del docente, per questo motivo all’esame chi studia dal Bin ha risultati negativi. Non una bocciatura, ma sicuramente un voto al di sotto delle aspettative”. 
Raggiunto telefonicamente, il prof. Villone commenta: “sono rammaricato che gli studenti si siano rivolti al Preside, senza, in prima istanza, parlarne al docente, escludendo così ogni possibilità di confronto”. In ogni caso, “gli studenti hanno una doppia opportunità di scelta. Tra chi sostiene l’esame con il Bin e chi adopera il mio manuale non c’è alcuna differenza. Naturalmente vi saranno argomenti che nel mio testo saranno approfonditi in modo diverso rispetto all’altro, ma questo aspetto non pregiudica l’esito della prova”. “Il corso è strutturato seguendo il mio libro – spiega il docente – ed in questo senso chi segue le lezioni è avvantaggiato da spiegazioni mirate”. Il docente tranquillizza gli studenti: “nessuna penalizzazione, né discriminazione per chi utilizza il manuale di Bin”. E sottolinea: “il mio testo, anche se nominativo, si può prestare, nulla vieta la collaborazione tra studenti. L’importante è studiare e presentarsi all’esame preparati”.    
(Su.Lu.)
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati