Elezioni in S.A., prime candidature

Una importante riorganizzazione dell’amministrazione nell’Ateneo Federico II. Nelle scorse settimane si è tenuto un incontro preliminare tra i vertici accademici e le associazioni sindacali durante il quale è stato presentato un primo schema generale di riassetto, relativo nello specifico all’amministrazione centrale. Dovrebbero essere attivate due nuove ripartizioni: Didattica e Trasferimento tecnologico. “Le nuove
preposti a questi compiti – commenta Carlo Melissa della CISL – Come lavoratori dobbiamo essere preparati e pronti al nuovo. Non ci sono timori da parte del personale,anzi è una sfida che dobbiamo accettare e accogliamo con favore anche la programmazione per l’inserimento di nuove leve, attraverso lo scorrimento delle graduatorie attive. La nostra università deve essere un riferimento nel Mezzogiorno e, quindi, è necessario guardare al futuro”. “Si tratta di una prima esposizione del progetto – aggiunge Ciro Marino, rappresentante in Senato Accaddemico, eletto con la UIL – Siamo ancora in una fase embrionale, ma per ora possiamo dire che c’è molta collaborazione tra le parti sociali. Naturalmente, se,quando si arriverà alla definizione di proposte concrete, dovessero emergere delle criticità, i sindacati faranno la loro parte”. Oltre la riorganizzazione degli uffici centrali si attende anche una programmazione per i Centri, le Scuole e i Dipartimenti. Nel frattempo ci si prepara alle elezioni del Senato Accademico previste per il 20 e 21 giugno e dove sono in ballo quattro seggi per il personale tecnico e amministrativo. Degli attuali consiglieri smentisce secco qualunque possibilità di
ricandidatura Salvatore Lubrano Di Diego della CGIL, mentre è probabile una ricandidatura di Marino. Tra gli altri nomi emergerebbero, da confermare, quelle di Roberto De Nicola per la CGIL, in servizio presso il CSI, e Antonio Zambardino dell’Ufficio Servizi Generali area Monte Sant’Angelo per la CISL.
- Advertisement -





Articoli Correlati