Giornalisti e direttori Rai in aula

Porteranno in aula le loro esperienze nel campo della comunicazione mediale. Per raccontare i meccanismi di creazione, conservazione e fidelizzazione del pubblico. Ospiti de L’Orientale, intellettuali di rilevanza nazionale ma che intrattengono uno stretto rapporto con il territorio. Espressioni di “una città viva”, come ama puntualizzare il prof. Lorenzo Mango, docente di Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo, responsabile del Corso di Laurea triennale in Linguaggi Multimediali e Informatica Umanistica (Facoltà di Lingue). Corso a cui si deve l’organizzazione dell’evento che si terrà il 14 e 15 aprile: “Le lacrime dello spettatore: la costruzione del pubblico nei mezzi di comunicazione di massa”. Relatori della due giorni Alberto Baader e Rosanna Lamonica, sceneggiatura, produzione filmica e  fiction televisiva; Sandro Ruotolo, per il giornalismo televisivo; Giustino Fabrizio, direttore della edizione napoletana de La Repubblica; Lucio Lamarque, consulente editoriale; Francesco Pinto, direttore della sede Rai di Napoli; Roberta Carlotto, direttrice per tanti anni ed ideatrice di Radio 3;  Ninni Cutaia, direttore artistico del Teatro Stabile di Napoli.
Discuteranno del pubblico, che non si può considerare come una variante occasionale od accidentale del sistema di comunicazione quanto una vera e propria componente strutturale. Si analizzerà dunque la “costruzione del pubblico”, ossia quel processo che conduce alla creazione di una identità culturale che riguarda tanto l’utenza quanto la struttura produttiva.
L’iniziativa è diretta soprattutto – ma non solo- ai tanti studenti – “quest’anno si è registrato il boom con 280 matricole”, informa il prof. Mango-   del Corso di Laurea. Gli iscritti al terzo anno, oltre che beneficiare dell’indubbio valore formativo degli incontri,  potranno acquisire sei crediti nell’ambito delle attività extra curricolari. 
La due giorni è stata articolata -fa notare il professore- in modo da favorire il dibattito tra studenti ed ospiti. 
Appuntamento, dunque, a Palazzo Casamassima (via Banchi Nuovi, 8), Aula affrescata, il 14  (ore 9.30 Baader, ore 11.30 Lamonica; ore 14.30 Pinto, ore 16.30 Lamarque) e 15 aprile (ore 9.30 Ruotolo, ore 11.30 Fabrizio; ore 14.30 Carlotto, ore 16.30 Cutaia).
- Advertisement -




Articoli Correlati