Giuseppe Marrucci eletto alla guida dell’Accademia Pontaniana

L’Accademia Pontaniana, sodalizio che risale alle riunioni di intellettuali organizzate e presiedute in Castel Nuovo da Alfonso il Magnanimo nel 1443, il più antico d’Europa, e che oggi continua a svolgere la sua alta funzione culturale e civile a Napoli e nel Mezzogiorno d’Italia, ha un nuovo Presidente. A guidare l’Accademia, che si articola in cinque classi, comprendenti discipline scientifiche e umanistiche, novità delle novità perché per anni la carica è stata ricoperta da cultori di discipline teoriche ed astratte, è un ingegnere chimico. A succedere all’ex Rettore Fulvio Tessitore, eminente storico della Filosofi a che l’ha presieduta per sei anni, è Giuseppe Marrucci, già professore di Principi di Ingegneria Chimica alla Federico II, nonché membro della prestigiosa National Academy of Engineering degli USA. Prorettore vicario della Federico II all’inizio degli anni 2000, è membro della Accademia Nazionale delle Scienze, detta dei 40, Presidente dell’Accademia di Scienze Fisiche e Matematiche della Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli. Un’elezione all’unanimità, con 42 preferenze su 43 votanti, un pubblico riconoscimento allo spessore intellettuale di un napoletano che, divenuto ordinario a 34 anni presso la Facoltà di Ingegneria, ebbe come maestro di Analisi Matematica Renato Caccioppoli. Autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche, ha conseguito nel 1995 il premio Guido Dorso, nel 1996 la medaglia d’oro del Ministero della Pubblica Istruzione, nel 1998 il Weissenberg Award della Società Europea di Reologia, e nel 2003 la Bingham Medal della US Society of Rheology. È esperto del comportamento meccanico della ‘soft matter’.
- Advertisement -





Articoli Correlati