Il CUS lancia l’invito #alleniamociacasa

Dopo il tanto ripetuto #iorestoacasa è arrivato sulle pagine del Centro Universitario Sportivo di Napoli l’hashtag #alleniamociacasa. Insomma, il Covid-19 potrà pure mettere il lucchetto a tutte le palestre della nazione, ma non alla voglia di tenersi in forma e di muoversi tutti insieme. Mentre scriviamo, i tecnici del Fitness cusino sono all’opera per realizzare dei video tutorial che, con pubblicazioni periodiche da definire, porteranno dentro ogni casa dei soci gli allenamenti solitamente svolti a via Campegna prima dell’emergenza. La chiamata agli sportivi è ai canali Facebook e Instagram del CUS Napoli. Tre i tecnici che si posizioneranno, da casa, davanti alla telecamera. Davide Samaritani si occuperà di “un allenamento per il mantenimento del tono muscolare, trattando nelle varie lezioni diversi gruppi muscolari nel dettaglio”. Circuito full body affidato invece al tecnico Dario Formichella: “è costituito da esercizi che allenano tutto il corpo. In ogni sessione si può modificare il numero di ripetizioni o il tempo in cui eseguire l’esercizio, prestando sempre grande attenzione all’esecuzione del movimento”. Terzetto completato da Marco Melluso, che si occuperà del circuito funzionale: “la finalità è la risposta complessiva di tutto il corpo, cioè far lavorare in sinergia vari gruppi muscolari e varie catene cinetiche”. Come si affronta la vita chiusi in casa? “La prima cosa alla quale prestare attenzione in assoluto è l’alimentazione. Stare chiusi in casa ci fa annoiare e mangiare di più. Inoltre, quando usciamo facciamo dai sei ai diecimila passi al giorno ai quali adesso dobbiamo rinunciare. Un minor dispendio di energie deve implicare un minor numero di calorie assunte”. Una chicca per dare vigore al tono muscolare: “non tutti abbiamo una palestra in casa. Nella circostanza che stiamo vivendo, sta andando di moda la bottiglia d’acqua come peso. Con una bottiglia di un litro che pesa circa un chilo si possono emulare gli esercizi delle varie schede di allenamento. I tutorial sono importanti per definire un determinato percorso tecnico fatto di step specifici”. Quali esercizi preferire? “Dipende dalla condizione di salute che, in alcuni casi, potrebbe impedire la realizzazione di certi movimenti. Il corpo libero, in generale, è una delle categorie migliori di allenamento. Esercizi come squat, affondi, piegamenti sulle braccia danno la possibilità di mettere in moto tutto il corpo come se stessimo in palestra”. Il rovescio della medaglia: “il movimento, non essendo guidato come quello realizzato con dei macchinari, deve essere più controllato perché si potrebbe incappare in errori che, sul lungo periodo, potrebbero portarci dei problemi”.
Ciro Baldini
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati