L’architetto “ambasciatore della bellezza e del benessere”

Un Dipartimento composito la cui sede è in un complesso storico e che si articola in due anime: l’architettura e il design. Una descrizione, questa, scolpita per il Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale. Tra i suoi punti di forza, “una didattica accogliente e progettuale che punta sull’ottimo rapporto allievo-docente”, come sottolinea la prof.ssa Ornella Zerlenga, Direttrice del Dipartimento, e “laboratori innovativi che sono il punto di incontro tra la didattica e la ricerca”, come specifica il prof. Massimiliano Masullo. Sui laboratori, un vero fiore all’occhiello, ci si sofferma a lungo attraverso video commentati da diversi docenti. Due di queste strutture sono legate al design, una ai materiali, un altro laboratorio è dedicato al controllo dell’ambiente costruito mentre il più recente, il Sen-i Lab, sfrutta la realtà virtuale per ricostruire ambienti, progetti e oggetti. La platea è adeguatamente incuriosita, si chiede quali vantaggi offrano i Corsi di studio di un Dipartimento così innovativo. Su Architettura interviene il prof. Lorenzo Capobianco: “L’ultima classifica Censis colloca questo Corso tra i primi cinque di Architettura in Italia. È primo in assoluto, invece, nel Centro e al Sud”. L’architetto “è l’ambasciatore della bellezza e del benessere. La qualità dello spazio che abitiamo impatta sulla qualità della vita. L’architettura è una questione etica e sociale ancor prima che materiale”. Risponde alle esigenze nuove del territorio Scienze e Tecniche dell’edilizia, “Corso Triennale che si rivolge a chi intende prendere coscienza del fatto che il nostro territorio richiede più attenzione al patrimonio edilizio esistente, in una prospettiva di valorizzazione e rigenerazione”, chiarisce la prof.ssa Ornella Cirillo. Parte da una citazione di Papa Francesco la prof.ssa Sabina Martusciello: “Focus del nostro Corso Triennale in Design e Comunicazione è l’ecologia integrata, che significa benessere delle persone in uno con lo spazio che le accoglie. L’Anvur ci ha dato anche un importante riconoscimento valutandoci come il primo Corso in Italia, tra quelli del campo del design”. Riflette, invece, sul talento la prof.ssa Alessandra Cirafici nel presentare Design per la Moda: “Qui non è questione di avere una buona mano fin da piccoli. Non formiamo stilisti, ma esperti di fashion studies. Il nostro progetto non si limita alla produzione di un prodotto di moda, ma alla moda guarda nella sua totalità di sistema complesso”. Alternati alle Triennali, vengono presentati anche i Corsi Magistrali. C’è una novità, Planet Life Design, interateneo con Perugia, che si svolge interamente ad Assisi, partito quest’anno. Il Corso “si stacca dall’idea di design come strumento per realizzare prodotti o servizi – precisa la prof.ssa Daniela Piscitelli – ma intende affrontare le sfide lanciate dalla cultura della globalizzazione, in ambito locale e planetario. È suddiviso in quattro contenitori: clima ed energia, territorio e patrimonio, città e paesaggio, salute e sicurezza”.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -





Articoli Correlati