L’Università Parthenope racconta cosa si studia in Ateneo

L’Università Parthenope presenta la propria offerta formativa alle aspiranti matricole con tre Open Day. Illustrare i Corsi di Laurea, i percorsi, le discipline e tant’altro agli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori: l’obiettivo del ciclo di manifestazioni. Il 21 marzo c’è stato il primo dei tre incontri dedicati all’orientamento. Gli altri sono previsti mercoledì 18 aprile e venerdì 4 maggio. Entrambi si terranno alle ore 10.00. Per Economia, Giurisprudenza e Scienze Motorie e del Benessere l’appuntamento è a Palazzo Pacanowski in aula B2. Per Ingegneria e Scienze e Tecnologie gli incontri si terranno al Centro Direzionale, Aula Magna Isola C4. “L’appuntamento dell’Open Day è ormai consolidato – afferma la dott.ssa Elvira Pignatiello, responsabile dell’Ufficio Orientamento e Tutorato – Invitiamo le scolaresche ad ascoltare i nostri docenti e a vagliare l’offerta formativa. I ragazzi ottengono informazioni generali sui test d’ingresso, sulle sedi delle attività, sui servizi e la didattica”. العاب كازينو مجاني Per partecipare occorre prenotarsi sul sito dell’Ateneo: “Le giornate sono aperte a tutti coloro che vogliano soddisfare le proprie curiosità. Per un problema di ordine e di posti a sedere, occorre la prenotazione”. Gli incontri sono molto frequentati soprattutto perché aiutano a dissipare i dubbi. العب روليت “Ai ragazzi non posso che consigliare di guardare avanti e di individuare cosa piace. Solo allora si passa all’informazione e all’orientamento, ossia un percorso che conduce ad una maggiore consapevolezza”. Secondo la dott.ssa Pignatiello, tre sono gli step che ogni aspirante matricola deve affrontare: “prendere consapevolezza del proprio sé, poi ci si reca alle manifestazioni di orientamento tipo gli Open Day vivendo il momento non con superficialità”, infine “si passa al problem solving, ovvero scegliere il Corso di Studi in funzione del futuro professionale al quale si aspira”. È preferibile, in ogni caso, “scegliere ciò che piace”, perché “oggi non è più come un tempo quando, una volta trovato il lavoro, si era ‘sistemati’ per sempre”. 
Tra le iniziative in cantiere, non solo gli Open Day. “Questo tipo di eventi sono un po’ superati – afferma il prof. Stefano Dumontet, delegato di Ateneo all’orientamento – Pur mantenendo la tradizione, ci dedichiamo anche all’organizzazione di giornate su temi ed iniziative specifiche. Si deve far leva sulle spinte motivazionali dei ragazzi, sul perno dei loro interessi”. Venerdì 23 marzo si terrà, in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza, una giornata dedicata all’autoimprenditorialità con l’intervento dell’Associazione delle donne Commercialiste. “Argomenti specifici come questi, che riguardano tematiche affrontate nei Dipartimenti, danno il vero senso dell’offerta formativa, delle materie e di come si studia”. Assistendo a delle minilezioni: “si stimola la curiosità e si permette di capire meglio cosa sia vivere, frequentare e studiare all’Università. Si apre la mente, si allargano gli orizzonti culturali, si esce dal linguaggio quotidiano e ci si avvicina a quello tecnico”. In programma anche due giornate su temi molto attuali: il cyberbullismo e il testamento biologico. الرهان على سباق الخيل “Stiamo definendo le date degli incontri e invitiamo gli studenti a partecipare. In queste giornate non si troverà chi racconta il Corso di studi, ma si sperimenterà cosa si studia”. 
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati