La facoltà va nelle scuole

Orientamento per le matricole, progetto I.U.S:, tutte le novità dello sportello P.O.R.T.A. a Sociologia per il prossimo anno. “Aumentano le collaborazioni allo sportello Porta per il prossimo anno accademico -ha esordito la dott.ssa Anna Maria Zaccaria, responsabile del progetto in questa Facoltà – due part-time e due tutor in più rispetto a quelli previsti per lo scorso anno. In tutto sei studenti part-time e sei laureati contrattisti”. In uscita il bando di concorso per i contrattisti o tutor del progetto: “possono concorrervi i laureati in Sociologia da massimo due anni”. Il ruolo non è compatibile con altri incarichi, il dottorato di ricerca ad esempio. “Per loro è previsto un compenso di 60.000 lire lorde all’ora per un totale di duecento ore”. In più sono attese quaranta ore di formazione: “sono svolte da sociologi e psicologi ed incentrate soprattutto sulla comunicazione”, imparare ad esprimersi in modo chiaro e diretto, interpretare le richieste del proprio interlocutore. Gli studenti part-time prenderanno servizio a settembre, quando riprenderanno le attività della facoltà. “I part-time sono formati ed informati da me e dagli altri membri della Commissione Orientamento, il dott. Stanislao Smiraglia e la dott.ssa Paola De Vivo” ha spiegato Zaccaria. Fondamentale il ruolo informativo dello sportello Porta in Facoltà: “esiste un rapporto comunicativo diretto tra studenti e collaboratori. Questi forniscono ogni tipo di informazione relativo agli esami da sostenere, alla redazione dei piani di studio, alla richiesta delle tesi di laurea, alle opportunità di studio all’estero, alle opportunità di svolgere tirocini presso le aziende”. I tutor del progetto Porta mediano i rapporti tra docenti e studenti: “questo si traduce in un risparmio di tempo. Ad esempio per la compilazione dei piani di studio o per la scelta delle tesi di laurea in aree disciplinari già sature”. Le matricole potranno ricevere allo sportello Porta ogni tipo di notizia e consigli sugli esami. “È in via di realizzazione il sito web della facoltà; forse sarà introdotta in rete anche la guida dello studente, oltre la tradizionale formula cartacea”. La guida sarà in visione anche allo Sportello, che tra i servizi offerti include le informazioni via internet. “Vorremmo realizzare un monitoraggio sulla dispersione universitaria a Sociologia. L’obiettivo è evitare il rischio dell’abbandono. Il progetto consiste nell’individuare le categorie di soggetti a rischio -i fuori corso con un notevole carico di esami da sostenere- capire la natura del problema e cercare le soluzioni”.
L’attività di orientamento all’ingresso si esplica anche attraverso visite presso le Scuole medie superiori napoletane. “Sono previste visite alle scuole selezionate tra quelle che hanno maggiore attinenza alla nostra facoltà, Istituti socio-pedagogici, Licei classici, Istituti Tecnici”. Sono illustrate le caratteristiche della Facoltà, l’offerta didattica, le strutture, gli sbocchi. “È stato anche realizzato un video sulla facoltà della durata di venti minuti, già inviato a varie scuole”. L’ultimo nato in casa Porta si chiama Progetto I.U.S. (Integrazione didattica Università-Scuole superiori): “consiste nella realizzazione di un ciclo di lezioni di due ore ciascuna, da tenersi presso la scuola in orari extrascolastici, rivolto a studenti che intendono iscriversi alla nostra facoltà”. Le lezioni saranno svolte da docenti universitari in sinergia con gli insegnanti delle scuole. “L’iniziativa partirà ad ottobre”.
Doriana Garofalo
- Advertisement -
spot_img
spot_img

Articoli Correlati