La proposta di Aziendale, tutorato obbligatorio per chi non sostiene esami da più di un semestre

È appena cominciato il secondo semestre in Facoltà. Ecco le novità dai Corsi di Laurea. 
ECONOMIA AZIENDALE. “Stiamo puntando molto sulla valutazione per individuare, insieme al Nucleo di Valutazione, quali sono le criticità” dice il prof.Riccardo Mercurio, Presidente del Corso di Laurea di Economia Aziendale. Due gli obiettivi di medio termine del Corso: ridurre i tempi di laurea e migliorare la coscienza del profilo reale richiesto dalle aziende, “in linea con le indicazioni del Ministero e del CUN, perché dalla qualità della didattica dipende una percentuale considerevole del Fondo di Finanziamento Ordinario”. In quest’ottica, il Corso sta lavorando a due proposte da rivolgere al Preside: un servizio di tutorato obbligatorio, per tutti coloro che non sostengono esami da sei/otto mesi, da svolgere presso la Presidenza di Facoltà – “per comprendere i problemi e anche il reale interesse delle persone”- ed un regolamento specifico per il tirocinio della Laurea Magistrale. Altra questione “il confronto dei giudizi di valutazione degli studenti, scorporando il dato relativo agli studenti del primo anno. È importante capire il dato. Il Ministero dà alla Federico II un posizionamento molto basso, secondo noi immotivato, per questo vorremmo svolgere un’indagine più attenta, scorporando le diverse coorti”. Per portare avanti tutte queste iniziative, sono state costituite due Commissioni, una per la Valutazione e la pianificazione strategica -composta dai professori Ugo Marani, Rosalba Filosa Martone, Luigi Cantone, Paolo Calvosa,  Walter Giordano, Antonio Blandini e lo stesso Mercurio- ed una per l’Indirizzo e la valutazione – formata dai professori Consilia Botta, Lucio Potito, Lucia D’Arcangelo con il contributo di manager ed esponenti dell’industria-. Curiosità per tutti gli studenti del corso in Organizzazione Aziendale è stato attivato di recente un blog: organizzazioneaziendalefedericoII.glogspot.com
ECONOMIA. “Il Corso di Laurea è nuovo, articolato e fondato sul metodo. Per ora, con i suoi quattrocento immatricolati, sembra incontrare il favore degli studenti e questo, paradossalmente, crea delle difficoltà. Stiamo pensando, perciò, a dei corsi in comune con Finanza. In questo modo, però, un solo docente rischierebbe di avere 650 studenti, per cui forse dovremo sdoppiare i canali” spiega il Presidente del Corso di laurea in Economia prof. Guido Cella. La Magistrale, che prevede anche un curriculum in inglese, è ancora in fase di rodaggio. “Nel complesso abbiamo previsto esami abbastanza corposi, perché ci interessa fornire agli studenti soprattutto il metodo, perché spesso non sanno far fruttare ciò che hanno studiato. Per ora ci occupiamo di curare la didattica e la formazione, pensare ad altro sarebbe una fuga in avanti”.
STATISTICA. La prof.ssa Simona Balbi,  Presidente del Corso triennale in Statistica inaugurato quest’anno in collaborazione con la Facoltà di Scienze Politiche, afferma: “stiamo valutando l’esperimento”. “Adesso comincia il semestre di lezioni al centro storico. Nel complesso, alla Triennale gli iscritti sono calati, mentre alla Magistrale c’è un bel gruppo, numericamente nutrito per i nostri standard, che sono comunque piccoli, e molto motivato. Anche le valutazioni degli studenti sono molto lusinghiere”. Prossimi obiettivi, promuovere il Corso presso gli studenti delle scuole superiori attraverso anche le testimonianze dei laureati che oggi lavorano all’ISTAT e presso la Banca d’Italia. Lo scopo: spiegare cosa fa uno statistico e quali sono i ruoli che può ricoprire. Un altro progetto: l’organizzazione di corsi di recupero: “attivando un nuovo ordinamento, chi si lascia indietro un esame quest’anno, non è detto che l’anno prossimo trovi ancora il corso”. Per tutti gli studenti c’è una buona notizia, il sito (www.clas.unina.it), in panne da qualche tempo, è stato riattivato. 
FINANZA. “Non ci sono sostanziali novità. Abbiamo proceduto al riassestamento dei corsi secondo le nostre direttive e tutto procede abbastanza bene. Il nostro è un corso dai piccoli numeri anche se quest’anno gli iscritti sono stati intorno alla cinquantina, un numero che comincia a rendere complicato il dialogo in aula con i ragazzi” dice il prof. Lucio Fiore, Presidente del Corso di Laurea in Finanza che registra per ora ottime percentuali di collocamento dei laureati. “Tutti lavorano, anche se quasi nessuno a Napoli”, afferma il prof. Fiore.
- Advertisement -





Articoli Correlati