Lettere: una laurea passepartout

“La conoscenza combinata delle lingue e delle culture è al giorno d’oggi – afferma la Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, prof.ssa Amneris Roselli – una sorta di passepartout, utile in varie circostanze: dal lavoro in azienda, a quello in una casa editrice o in attività istituzionali. Un tipo di formazione piuttosto completa, dunque, ma a patto che l’approccio nei confronti dell’Università sia serio. Ciò significa frequentare i corsi il più possibile e in generale avere un contatto stretto con la Facoltà. E’ importante farlo dal primo anno, perché è quello il momento in cui si impara il metodo di studio universitario, molto diverso da quello del liceo. Iscriversi e pensare di non frequentare i corsi solo perché si tratta di una Facoltà non scientifica vuol dire impiegare il doppio del tempo per laurearsi e ottenere in ogni caso un risultato mediocre”. 
Quattro i Corsi di Laurea Triennale attivati: Lingue e Culture Orientali e Africane, Corso interfacoltà con Studi Arabo Islamici, che dà la possibilità di seguire tre differenti percorsi, o curricula: Asia orientale, centrale e meridionale; Africa; Islam. Sono due le lingue che si possono scegliere per il proprio percorso: due dell’area orientale e africana (giapponese, cinese, persiano, tibetano, indonesiano, arabo, swahili, hausa, berbero) e una tra quelle dell’Unione Europea (italiano, linguistica, filologia, storie areali e altre discipline culturali relative all’area prescelta). Plurilinguismo e Interculturalità nel Mediterraneo, che consente di acquisire i metodi per la comprensione dei fenomeni di multietnicità, plurilinguismo e interculturalismo, attraverso lo studio delle lingue e culture dell’area mediterranea (francese, spagnolo, portoghese, albanese, neogreco, arabo). Lingue, Lettere e Culture Comparate che si basa sullo studio comparativo di due lingue e culture di aree diverse: si può scegliere tra una lingua e letteratura europea (inglese, francese, tedesco, russo, finlandese) e una seconda lingua e letteratura di area orientale o africana (giapponese, cinese, arabo, persiano, swahili, hindi). Civiltà Antiche e Archeologia: Oriente e Occidente che prepara gli allievi, attraverso lo studio del mondo classico e orientale, a figure professionali che potranno operare presso Soprintendenze, Musei, Biblioteche, Archivi, Parchi archeologici, Regioni ed Enti locali, per la gestione dei beni culturali italiani e nei progetti di cooperazione relativi ai beni culturali dei paesi afro-asiatici.
Dopo la Triennale, chi  decide di proseguire può scegliere tra le Magistrali in Lingue e Civiltà orientali; Filosofia e politica; Letterature Comparate; Archeologia: Oriente e Occidente; Cultura e Filologia antica e moderna; Lingue e Comunicazione Interculturale in area euro-mediterranea. 
“Il periodo universitario vissuto appieno è qualcosa di irripetibile. Un’esperienza forte, che resta nella mente di ognuno di noi. Sarebbe, dunque, un peccato viverla solo a metà”, conclude la Preside.
- Advertisement -





Articoli Correlati