Nuova Commissione paritetica docenti-studenti, il prof. Longobardo Presidente

Mercoledì 17 aprile è stata eletta la Commissione Paritetica docenti – studenti del Dipartimento di Giurisprudenza. Nuovo Presidente è il prof. Carlo Longobardo, docente di Diritto Penale. Ad affi ancarlo nell’attuale direttivo le prof.sse Chiara Corbo e Giuliana Di Fiore che insegnano, rispettivamente, Storia del diritto romano e Diritto dell’Urbanistica e dell’Ambiente, i dottori Umberto Ronga e Donato Greco e gli studenti Andrea Andriulo e Giuseppe Langellotto. “Vorrei ringraziare tutti i miei colleghi per l’attestato di stima che mi è stato dimostrato, scegliendo me come Presidente – dichiara il prof. Longobardo – Proseguiremo in continuità con il lavoro ben avviato dalla scorsa Commissione, apportando delle migliorie”. Alla prima riunione, che si terrà fra poche settimane, saranno convocati i membri della vecchia Commissione “per verifi care insieme a che punto si è arrivati, preservando le situazioni che possono essere riutilizzate”. Nelle scelte conterà l’opinione dagli studenti, si cercherà di “trovare insieme la soluzione ai problemi profi cua per tutti”. Occorrerà lavorare innanzitutto “sui piani di studio e sugli sbocchi professionali”. Ad esempio: “La compressione dei corsi danneggia non solo gli studenti, ma anche noi docenti. Tante ore di lezione fanno calare l’attenzione. Ai fi ni della preparazione, il tempo è necessario per sedimentare le nozioni. Per cui è importante dibattere con coscienza su quest’argomento. Da parte mia c’è la massima disponibilità, se lo si ritenesse necessario, ad una programmazione annuale degli insegnamenti più complessi del Corso di Laurea”. A fare le spese dell’attuale organizzazione didattica “sono anche le attività alternative che si svolgono in parallelo alle lezioni. Anche la mia cattedra, per citare una situazione vissuta in prima persona, ha dovuto comprimere delle iniziative per lasciar spazio alle spiegazioni del programma. Cosa giusta, che però di fatto lede la parte più dinamica della didattica. Da qui l’esigenza di una riprogrammazione del sistema”. D’altronde, in sede di Commissione, “si è nel luogo appropriato per discutere di questi problemi, soprattutto perché sono presenti gli studenti. Dopo la prima riunione saprò indicare con maggiore certezza i temi che saranno affrontati e i tempi tecnici che alcuni adempimenti richiedono”. Idee chiare sul da farsi le ha anche la rappresentanza studentesca eletta in seno alla Paritetica. “Il Parlamentino ha grandi aspettative sulla nuova Commissione – afferma Giuseppe Langellotto, Vice Presidente del Consiglio degli studenti di Dipartimento – Sono sicuro che faremo un bel lavoro, sempre dalla parte e a favore degli studenti, per ampliare e migliorare l’offerta formativa”. Il primo punto su cui discutere: la situazione degli appelli, “defi nita dai ragazzi ‘catastrofi ca’. Si chiederanno degli appelli aggiuntivi per i laureandi. Partendo dalle esigenze degli studenti, faremo presente il nostro punto di vista ai docenti”. La questione degli appelli sta molto a cuore agli studenti: “le poche date di esame consentono scarse possibilità di recupero se si resta indietro, il percorso universitario della maggior parte degli aspiranti giuristi ne è penalizzato”. Ancora: “Ci occuperemo di una rimodulazione del piano di studi. Se, ad esempio, l’insegnamento di Commerciale dovesse diventare annuale, noi saremo lì pronti a dire la nostra, riportando ciò che ci viene chiesto dagli studenti di cui siamo i portavoce”.
Susy Lubrano
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati