Nuovi laboratori dalla collaborazione con Ingegneria

La nuova Magistrale in Innovation and International Management arricchisce la sua offerta formativa e dal prossimo anno accademico per gli studenti ci saranno nuovi laboratori all’insegna dell’approfondimento e della specializzazione.
Ciascun laboratorio sarà a scelta e permetterà di acquisire i 3 crediti per le ulteriori attività formative. Ma, “gli studenti non dovrebbero limitarsi al solo adempimento burocratico. Consiglio di frequentare più di un laboratorio – dice il prof. Marco Maffei, Coordinatore del Corso – poiché queste attività permettono di avere in anticipo quelle competenze che normalmente si acquisiscono dopo la laurea. Inoltre, sono un’importantissima occasione di approfondimento”.
Tra teoria e pratica si muoverà Europrogettazione (referenti scientifici, prof. Maffei e dott. Ferri): “La parte più teorica del laboratorio riguarderà i bandi europei, quindi come si compongono, come si leggono, quali sono le criticità a questi connessi e la redazione di progetti europei”. Assimilate queste nozioni, “gli studenti saranno guidati alla scelta di un bando attivo in quel momento che sia connesso alle competenze aziendalistiche che stanno acquisendo e dovranno elaborare, naturalmente solo ai fini del corso, un progetto che risponda a quanto richiesto dal bando”.
A maggiore approccio pratico sono tre laboratori in collaborazione con il prof. Nicola Mazzocca, docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni al Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Telecomunicazioni: Introduzione al linguaggio Python (proff. Maffei, Mazzocca), “un linguaggio informatico per i non tecnici, utile per l’elaborazione dei dati”; Laboratorio Accenture (proff. Roberto Vona, Mazzocca e manager di Accenture), “fornirà le conoscenze principali sul funzionamento della piattaforma SAP. È un’applicazione molto usata nel mondo delle imprese e siamo ancora nel campo dell’elaborazione dei dati”; Blockchain applicato alla gestione di sistemi aziendali (proff. Nadia Di Paola, Mazzocca), “una tecnologia Blockchain si basa sulla gestione di grandi mole di dati ed è bene che il nostro laureato ne acquisisca le logiche informatiche”. Gli stessi laboratori potrebbero essere attivati anche per il DIETI, in un connubio tra Economia e Ingegneria. “È la cosa più bella – prosegue il prof. Maffei – È come se andassimo a replicare la logica delle Academy. La nostra laurea è trasversale e punta molto sull’integrazione con le altre conoscenze. Competenze ingegneristiche e informatiche serviranno sempre ai nostri studenti anche perché, sul lavoro, si troveranno ad interagire con figure di altri campi e dovranno conoscere e comprendere il loro linguaggio”.
Digital marketing delle imprese
Digital Marketing Transformation, infine, si connette con l’omonimo insegnamento del prof. Luigi Cantone e tratta tematiche di frontiera quali digital marketing, unconventional marketing, experiential marketing, new digital enterprise creation. Digital Marketing Transformation Lab è la nuova denominazione che ha assunto il laboratorio MIT-Marketing Innovation Trends erogato per gli studenti Magistrali dei Corsi in Economia Aziendale ed Economia e Commercio. Obiettivo è “dare un contributo alla comprensione degli strumenti delle strategie e delle politiche di digital marketing delle imprese. Oggi il marketing è sempre, sempre più supportato dalle tecnologie digitali non solo per quanto riguarda la comunicazione, ma anche aspetti strategici come, ad esempio, il posizionamento della marca o la definizione del pricing”, spiega il prof. Cantone. Ricco e ancora in fase di composizione il parterre di manager o professionals di società di consulenza che, a partire da metà aprile, terrà i seminari per gli studenti. Molti di questi sono anche docenti del Master in Marketing & Service Management coordinato sempre dal prof. Cantone. Ecco gli interventi già confermati: il dott. Andrea Staderini, Strategic Accounts Lead della start up inglese Blis, parlerà di video digital communication; Digital marketing solutions sarà il tema su cui si concentrerà il dott. Ferdinando Meo, Founder CEO della società Alkemy Iberia; per Bottega Veneta, società focalizzata sui prodotti di lusso in pelle e che fa parte del gruppo Kering, interverrà il Chief Marketing Officer, il dott. Dario Gargiulo, che parlerà della digital marketing transformation dell’azienda. Ancora, ci sarà il dott. Alessandro De Vito, Direttore Commerciale di Filo Blu, una società che si occupa di strategie digitali e soluzioni consulenziali finalizzate per la crescita del business online. “Siamo in contatto anche con Unicredit e Facebook”, prosegue il docente che segnala, infine, un workshop che si terrà il 28 aprile “che richiamerà specialisti che parleranno di come cambiano le relazioni istituzionali, quindi il marketing istituzionale, con le nuove tecnologie digitali, le cosiddette tecnologie dei social media”.
Carol Simeoli
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati