Rosa e Gianluca conquistano il secondo posto al contest nazionale

Originalità, colori e progresso premiano. Rosa Martino e Gianluca Riccio, studenti al secondo anno di Chimica Industriale, sono i vincitori del contest nazionale Chemistry’s got Talent, dell’Università di Firenze. Il concorso, bandito lo scorso ottobre per celebrare i 150 anni dalla nascita della tavola periodica, richiedeva ai partecipanti di presentare un lavoro a tema chimica e tavola periodica nelle categorie testi, immagini o video. Rosa e Gianluca, unici studenti federiciani a raggiungere il podio, hanno conquistato il secondo posto nella categoria ‘Immagini’. Con la loro elaborazione grafica ‘L’importanza di una invenzione’ sono stati premiati il 28 gennaio, nell’Ateneo toscano, con un attestato, una medaglia e un e-reader. “È stata un’esperienza entusiasmante – racconta Rosa – La nostra classe ha partecipato al concorso con sei o sette gruppi. Non immaginavamo proprio che avremmo vinto noi!”. ‘L’importanza di una Invenzione’ “vuole confrontare il passato e il presente sottolineando come la nascita della Tavola Periodica, ideata dal chimico russo Mendeleev, sia uno spartiacque in direzione del progresso. Abbiamo scelto questo tema perché noi stessi, come studenti di Chimica, vorremmo che la nostra disciplina progredisca ulteriormente”. Al centro dell’immagine si vede proprio Mendeleev colto in un’espressione di sorpresa e stupore nel momento in cui teorizza la sua Tavola. A sinistra è rappresentato un laboratorio chimico antico, a destra un laboratorio moderno e tecnologico. “Quello sulla sinistra, in verità, è lo studio di Mendeleev – prosegue Rosa – Ci sono la sua biblioteca, lo scrittoio con il calamaio e una lavagna con i simboli di Dalton, cioè quelli che si usavano per indicare gli elementi chimici prima della tavola periodica. I colori di questa parte del disegno sono scuri proprio perché, all’epoca, mancava l’elettricità e gli studi erano illuminati dalle candele”. Nella parte destra, invece, non manca nulla: “Computer, strumenti moderni e tecnologici, una bella illuminazione. La chimica indossa il camice, i guanti, gli occhiali di protezione e la mascherina proprio perché adesso le norme di sicurezza sono molte e fondamentali. Il fatto che nell’immagine ci sia una donna ha un significato profondo”. Rosa e Gianluca sono partiti da uno schizzo e poi un amico li ha aiutati a portare a termine il lavoro con l’utilizzo dei software Procreate per realizzare il disegno e Photoshop. “Abbiamo scelto la categoria immagini perché un’elaborazione grafica ci sembrava più d’impatto e che sarebbe arrivata in maniera più immediata”. Alla premiazione, i ragazzi sono stati accompagnati dal loro coordinatore, il prof. Gerardino D’Errico: “Eravamo emozionatissimi. Hanno partecipato tanti docenti provenienti da varie università italiane e ci hanno fatto tutti i complimenti” .
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati