Scienze Ambientali pubblica Report 2000

In coincidenza con l’inizio ufficiale delle attività didattiche e di ricerca nella nuova sede del polo universitario di via Vivaldi, a Caserta, Facoltà e Dipartimento di Scienze Ambientali della Seconda Università hanno pubblicato una relazione sull’attività scientifica svolta negli ultimi tre anni e sui servizi agli studenti: Report 2000. “Nella nuova sede – recita il rapporto- la facoltà dispone di un complesso di aule per circa mille posti a sedere, che condivide con la facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali”. Il Dipartimento, diretto dal prof. Umberto Arena (delegato del Rettore per il Polo Universitario di Caserta) “dispone di un’aula da 40 posti, usato per seminari, riunioni ed alcuni corsi”. Cinque i laboratori: quattro da quaranta posti ciascuno (Chimica, Fisica, Biologia Sperimentale I e II), uno – quello di Informatica – dotato di trenta computer collegati in rete. Un paragrafo è dedicato alla biblioteca, cogestita con Scienze Matematiche, fisiche e naturali: 6300 volumi e 60 periodici scientifici riguardanti tutti i settori di insegnamento. La biblioteca dispone di una sala lettura con 52 posti e di un sistema computerizzato di ricerca. Il numero di libri in dotazione è in rapido aumento.
Molte le attività di ricerca condotte nel triennio dalla facoltà. Quella sull’inquinamento da campi elettromagnetici, per esempio, finalizzata alla definizione di un protocollo di misura ed al monitoraggio per il controllo di sorgenti di campi elettromagnetici a bassa frequenza (centrali elettriche ed elettrodi ad alta tensione) in ospedali, uffici, scuole ed altri luoghi di vita e di lavoro. Oppure, per limitarsi ad un altro esempio, le ricerche sul ruolo delle leguminose nel ripristinare il pool di azoto nel suolo, in ambiente mediterraneo, dopo un incendio.
La maggior parte delle informazioni di Report 2000 è disponibile anche sul sito www.unina2.it/sa
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati