Studenti in udienza con Elsa

‘Studenti in udienza’ è la nuova iniziativa promossa dalla sezione napoletana dell’associazione studentesca europea Elsa. “Il progetto nasce dall’esigenza di concretizzare ciò che si apprende dai manuali di studio con ciò che si fa realmente nella pratica – spiega Federico Fusco, Presidente Elsa Napoli – Da qui parte l’accordo tra la nostra associazione e il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli”. La partnership, che verrà ufficializzata il 12 aprile, darà modo agli studenti di accompagnare illustri avvocati del Foro partenopeo, nel corso di udienze importanti. “E’ proprio questa la peculiarità, il poter seguire passo per passo cosa si fa in un’aula di Tribunale e capire come si dibatte in udienza”. 
In attesa che il progetto prenda corpo, gli studenti che vogliano provare l’emozione di indossare la toga per un giorno possono cominciare ad iscriversi alla ‘Simulazione Processuale’ che si terrà a fine maggio. L’iscrizione è fondamentale per poter prendere parte al processo simulato in ordine ad un caso concreto di diritto civile. “Proprio in questi giorni stiamo definendo gli ultimi dettagli, i gruppi non sono stati ancora organizzati e il caso non è stato ancora scelto. A breve avremo un colloquio con il prof. Fernando Bocchini, ordinario di Istituzioni di Diritto Privato, che da anni si occupa dell’organizzazione dell’evento”. La manifestazione, di grande interesse, accompagna gli studenti nello studio del Diritto Privato, proprio perché si svolge nel secondo semestre, in concomitanza alle lezioni. “Ciò non toglie che alla simulazione possa partecipare anche uno studente che non sia al primo anno – conclude Fusco- Ogni ragazzo che abbia voglia di mettersi in discussione, e provare l’emozione di un vero e proprio dibattimento innanzi ad una Commissione composta da esperti di diritto, può presentare la propria candidatura presso la cattedra del prof. Bocchini”. Per maggiori delucidazioni,  ci si può rivolgere ai soci Elsa ogni lunedì dalle 11.00 alle 13.00 nell’Auletta sita al piano terra di Porta di Massa.
- Advertisement -





Articoli Correlati