Un ciclo di giornate aziendali per gli studenti di Hospitality Management

In piena attività, al momento ancora online, le classi di Hospitality Management. Per gli studenti sono in arrivo anche alcune novità. “I ragazzi del secondo anno, divisi in gruppi, stanno concludendo le challenge lanciate dalle nostre aziende partner nell’ambito del progetto con Campania New Steel – spiega la Coordinatrice, la prof.ssa Valentina Della Corte – Ciascuna di esse ha lanciato la sua challenge, un progetto di interesse aziendale, a cui i team si sono candidati”. Le aziende coinvolte: Hotel Regina Isabella di Ischia, gruppo Acampora, Hotel Paradiso, Hotel Villa Marina di Capri, San Pietro di Positano e gruppo Pellicano. Questa attività “è, per noi, un modo per testare gli studenti sul piano delle capacità di problem solving e team working, per loro, di entrare in contatto sin da subito con professionisti del mondo del lavoro e per le aziende di cominciare a selezionare qualche membro dei team come stagista”. A fine febbraio, proprio in vista degli stage che dovranno essere attivati nel secondo semestre, partirà un ciclo di giornate aziendali, “una novità, una sorta di fiera di aziende, catene e gruppi che terranno dei seminari e poi svolgeranno i colloqui con gli studenti. Siamo a lavoro, inoltre, per offrire, anche sul primo anno, dei nuovi laboratori”. Quanto alle matricole, “hanno appena concluso un progetto su casi aziendali applicando uno dei modelli spiegati da me e dalla visiting professor Karin Reinhard dell’Università di Ravensburg, in due incontri tenuti alla ripresa delle lezioni. Il tutto si è svolto nel mio insegnamento di Fundamentals of Management che è interamente in inglese”. Il settore del turismo è sicuramente uno dei più colpiti e penalizzati dalla pandemia e da tutte le misure restrittive in atto: “Con le aziende abbiamo organizzato tanti webinar in modo da tenere sempre aggiornati gli studenti su tutti gli sviluppi nel settore e su quei temi che sono emersi durante l’emergenza. Si attende con ansia la ripresa, e le previsioni in tal senso non sono scoraggianti. Da una serie di confronti, infatti, emerge che, appena si potrà riprendere a viaggiare, il turismo dovrebbe ripartire in maniera esponenziale”. Di fondamentale importanza “è l’intervento del governo con attività di supporto del settore, non solo con contributi strettamente legati all’emergenza ma anche con, ad esempio, contributi a fondo perduto per investimenti negli ambiti del green, dell’innovazione, della digitalizzazione. Sarebbe opportuno che venisse incentivata anche la logica di rete tra le aziende”. Quanto agli studenti, “è chiaro che credono nel settore e stanno andando oltre il problema contingente. E questo lo dimostra l’alto numero di candidature che abbiamo avuto alle selezioni d’accesso, svolte in piena pandemia”.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati