Ventriglia e Toscano, consiglieri uscenti e unici candidati

34 su 43: è mancato per nove votanti il quorum alle elezioni del 19 ottobre per la componente ricercatori nel Consiglio d’Amministrazione de L’Orientale. Il 6 dicembre, mentre andiamo in stampa, si va nuovamente alle urne. Candidati i due consiglieri uscenti Sergio Ventriglia della Facoltà di Scienze Politiche e Maddalena Toscano della Facoltà di Studi Arabo Islamici.
“Credo che il motivo del mancato raggiungimento del quorum alle scorse consultazioni- spiega il prof.Ventriglia, docente di Geografia politica dell’Europa- sia da attribuire non tanto ad un generale disinteresse, ma ad uno più specifico scarso coinvolgimento in questi processi istituzionali. Se si fosse trattato di un moto di protesta, sicuramente questo sarebbe stato in qualche modo palesato”. Afferma la prof.ssa Maddalena Toscano, docente di Lingua e letteratura Swahili: “sia il collega Ventriglia che io siamo consiglieri uscenti e unici candidati, quindi non c’è stato dibattito intorno alle votazioni. Dopo l’ultima seduta elettorale, ho parlato con alcuni colleghi e ho capito che molti davano per scontato che venissimo rieletti e dunque non si sono preoccupati di votare, non tenendo conto della necessità di dover raggiungere comunque il quorum”. “Sicuramente durante queste prossime votazioni, accorpate con l’elezione dei quattro rappresentanti delle aree scientifiche in Senato Accademico- aggiunge Ventriglia- si avrà un’affluenza maggiore”.
“Come rappresentanti dei ricercatori avremo sicuramente un occhio di riguardo verso questa componente che è molto numerosa anche se dispersa in diversi Dipartimenti –afferma la prof.ssa Toscano- Purtroppo in bilancio non c’è molto spazio di manovra a causa della critica situazione nazionale. Presteremo molta attenzione alla programmazione triennale”.
Continuità ed attenzione alle varie componenti in campo, sono anche le parole di Ventriglia che sottolinea come l’impegno in CdiA richieda “costanza e responsabilità, vista la cadenza mensile delle riunioni. E’ un importante punto di riferimento per l’Ateneo. Ci sono molti aspetti puramente amministrativi però non bisogna pensare solo ad una sua funzione di tipo notarile”.
- Advertisement -




Articoli Correlati