Erasmus Traineeship, tra entusiasmo e insoddisfazione

Erasmus Traineeship sì, ma con attenzione e con le giuste informazioni, altrimenti si rischia di tornare dai tre mesi di tirocinio all’estero con una valigia  piena di rammarico e di insoddisfazione. Per conferma, basta chiedere a Marco Russo, 25 anni, laureando in Scienze della Nutrizione Umana, Corso di Laurea Magistrale afferente al Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgica, e reduce da un trimestre all’Università of Eastern di Kuopio, in Finlandia. “Ho trovato tanta disorganizzazione. La mia supervisor non c’era. Il tutor non sapeva cosa farmi fare. Mi sono ritrovato per settimane a curare un database facendo copia e incolla. Sono arrivato al 16 giugno che non avevo nulla sulla mia tesi”, racconta. Nel clima di incertezza, la sua tesi sul sangue di pazienti diabetici è cambiata in corso d’opera perché “dopo un mese la supervisor è tornata e mi ha detto che la mia tesi non si poteva fare”. Seguendo le orme del tutor straniero, quindi, lo studio è stato dirottato su un’analisi di campioni di pane, frumento e segale. Adesso, tornato a Napoli e a circa un mese dalla laurea: “sto vivendo l’inferno in terra per recuperare con la mia relatrice il terreno perduto. La mia tesi sarà un mix di varie cose”. Scontato il bilancio finale: “ho sconsigliato ai miei colleghi di vivere questa esperienza senza assicurarsi bene di cosa si va a fare all’estero. Io sono stato sfortunato. Miei colleghi, andati in Olanda, hanno ultimato la tesi in due mesi”. Non è un caso quindi che il tono di voce rifletta un entusiasmo completamente diverso in chi è reduce dall’Erasmus nella terra dei tulipani. Marco Caruso, altro studente del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Nutrizione Umana, ha frequentato i laboratori dell’Università di Maastricht: “avevo libero accesso al laboratorio e un ufficio tutto per me. Tra esperimenti pratici e scrittura della tesi e del quaderno di laboratorio ero impegnato tutto il giorno. Un lavoro intenso…
 
L'articolo continua sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola dal 22 settembre (n. 13-14/2017)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -





Articoli Correlati