Il 18 maggio Career Day a Scienze Politiche

Il 18 maggio Career Day a Scienze Politiche

Scienze Politiche si prepara alla giornata durante la quale studenti e giovani laureati avranno occasione di incontrare i rappresentanti di aziende, banche ed in generale del mondo del lavoro. Potranno avere colloqui con i delegati delle diverse realtà ed avranno occasione di lasciare il proprio curriculum. L’evento si svolgerà il 18 maggio nella sede del Dipartimento. “Saranno 25 più o meno – gli stand delle aziende che saranno allestiti nel nostro chiostro”, dice il prof. Vittorio Amato, Direttore del Dipartimento. Al Career Day, manifestazione giunta alla terza edizione, “prevediamo la partecipazione di circa duemila ragazze e ragazzi. Nelle settimane che hanno preceduto l’evento è stato attivato un sistema di prenotazione on line attraverso il quale studenti e laureati hanno avuto modo di scegliere con chi sostenere i colloqui”.

Sono stati invitati a partecipare alla giornata il Rettore Matteo Lorito ed il prof. Piero Salatino, delegato della Federico II all’orientamento. “È prevista inoltre l’introduzione di un esponente di rilievo di Viterra, multinazionale dell’agroalimentare che in passato ha assunto alcuni tra i nostri laureati. Nel pomeriggio è in programma una tavola rotonda su questioni attinenti l’evoluzione del mercato del lavoro”. Tra gli stand che saranno in Dipartimento, oltre a Viterra, Amato cita “la Banca Nazionale del Lavoro e BNP Paribas, Unicredit, Carpisa, Msc Crociere, Kineton, Camomilla, Piazza Italia, Liu Jo. Sono solo alcuni esempi, peraltro, quelli che mi sovvengono in questo momento”.

Sul versante della didattica, aggiorna il prof. Amato, “è all’orizzonte l’attivazione del nuovo ciclo del dottorato in Politiche pubbliche, di coesione e convergenza nello scenario europeo. Dura tre anni. Il bando dovrebbe essere pubblicato tra giugno e luglio. Attendiamo di capire se ci sarà la possibilità, grazie ai fondi del Pnrr, di aumentare il numero dei vincitori con borsa di studio”. Aggiunge: “Siamo anche in attesa dei bandi dei Master che quest’anno tardano moltissimo. Per esempio quello relativo a Scienze e Governo delle amministrazioni e delle aziende pubbliche, di secondo livello. Nel frattempo, il 23 maggio presenteremo in conferenza stampa un nuovo Master di primo livello, al quale potranno accedere anche i laureati triennali. Si chiama Sport Manager. Nutriamo buone aspettative. Non è molto noto, ma il settore sportivo contribuisce per il 3,5 per cento al prodotto interno lordo italiano. C’è un problema di gestione delle società sportive anche dal punto di vista amministrativo e fiscale che non è banale”.

Conclude ancora una volta con un appello all’Ateneo relativo al tema della mancanza di spazi adeguati per Scienze Politiche, in particolare di aule: “Rischio di ripetermi ma purtroppo non sono state trovate ancora soluzioni ed anche all’inizio del prossimo anno accademico ci troveremo a dover contare sulla disponibilità di Giurisprudenza, che ci mette a disposizione alcune delle sue aule. Abbiamo ceduto gli spazi che avevamo in via Mezzocannone, i quali andranno alla Scuola Superiore Meridionale. Attendiamo di recuperarne alcuni nella sede di via Mezzocannone 16, dove sono in corso lavori ed interventi i quali temo, però, non si concluderanno prima di un paio di anni. Nel frattempo soffriamo e sarebbero utili soluzioni tampone. So che non è facile trovarle e so anche che non siamo certo gli unici in questa situazione nell’ambito della Scuola delle Scienze Umane e Sociali, ma non posso evitare di sottolineare che c’è un problema”.
Fabrizio Geremicca

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here





Articoli Correlati