Il prof. Moccia riconfermato alla guida del Dipartimento di Ingegneria Industriale

Il prof. Antonio Moccia, docente di Sistemi Aerospaziali nel Corso di Studi in Ingegneria Aerospaziale, è stato riconfermato ad inizio novembre alla guida del Dipartimento di Ingegneria Industriale cui afferiscono un centinaio di professori e una cinquantina di tecnici– amministrativi. Per lui, oltre novanta preferenze. Resterà in carica per tre anni. Qualche giorno prima delle elezioni il decano del Dipartimento, il prof. Pasquale Erto, ha convocato una riunione nel corso della quale i docenti hanno discusso delle esigenze, degli obiettivi del futuro, dei problemi da affrontare. “In qualche modo, le mie priorità per il prossimo mandato, che inizierà ufficialmente a gennaio, sono quelle delineate dai colleghi in occasione di quel confronto”, afferma il prof. Moccia. 
La didattica: “Da qualche anno, alla Federico II come negli altri Atenei italiani, assistiamo ad una disaffezione degli studenti nei confronti dell’università. C’è un calo di immatricolazioni. Questo dipende da vari fattori, tra i quali la convinzione che una laurea, oggi, non garantisca un futuro in Italia. Sempre più ragazzi e famiglie ritengono che il futuro professionale sia fuori dai confini nazionali e per questo, se possono, scelgono di frequentare all’estero l’università. Dicono: se poi tanto dovrò emigrare per avere un lavoro soddisfacente e coerente con i miei studi, vale la pena che frequenti in Francia, in Inghilterra o in un altro posto, non in Italia. Ebbene, per fronteggiare questa situazione, occorre proporre una didattica estremamente competitiva sul piano internazionale, che non solo possa convincere i nostri ragazzi a studiare da noi, ma possa anche attirare immatricolati dall’estero”. In concreto, “bisogna che, nell’ambito…
 
Articolo pubblicato sul nuovo numero di Ateneapoli in edicola (n. 19/2015)
o in versione digitale all'indirizzo: https://www.ateneapoli.it/archivio-giornale/ateneapoli
 
- Advertisement -





Articoli Correlati