Spam, tra divulgazione scientifica e promozione sociale

18 studenti e studentesse accomunati dall’amore per la scienza e per la divulgazione scientifica. Sono loro che compongono SPAM (Students of Physics and Maths), associazione studentesca affiliata al Young Minds Project della European Physics Society, che a colpi di iniziative di divulgazione stanno rendendo la scienza un argomento a portata di tutti, almeno nei suoi principi base.
“La nostra non è una lunga storia – racconta Nicola Lampitelli, Presidente dell’associazione, studente al terzo anno di Fisica – Tutto è iniziato nella Notte dei Ricercatori del 2022, nei giardini prospicienti la Reggia di Caserta. La Vanvitelli aveva organizzato un proprio stand e 15 ragazzi, tra cui il sottoscritto, avevano deciso di partecipare spontaneamente. Si trattò di un’esperienza molto significativa, che gettò le basi per un progetto più ampio”. Successivamente infatti, su suggerimento di Giancarlo Artiano (oggi tesoriere dell’associazione), che da studente di Fisica della Federico II aveva militato nei Ponys di Napoli ricoprendone il ruolo di presidente, i ragazzi aderiscono al Young Minds Project.
È in quel momento che nasce SPAM. “La nostra associazione – prosegue Nicola – nasce come distaccamento casertano del progetto, ma sono moltissime le città europee che ne hanno uno: Atene, Barcellona, la stessa Napoli con i Ponys”.
Gli obiettivi che l’associazione si propone sono essenzialmente tre: crescita individuale (con inclusa l’evoluzione professionale), divulgazione scientifica e promozione sociale. Il primo obiettivo si persegue attraverso l’organizzazione di eventi o la partecipazione a congressi e convegni nazionali e internazionali. “Quando siamo stati a Berlino per l’YM Leadership Meeting – racconta lo studente – abbiamo incontrato tre premi Nobel: Anne L’Huillier, Klaus Von Klitzing, premi Nobel per la Fisica 2023 e 1985, e Stefan Hell, Nobel per la chimica 2015”. Durante i congressi si creano momenti, come i coffee-break, “in cui giovani studenti e grandi della fisica si incontrano nel foyer e possono dialogare in maniera libera, scambiando punti di vista, intessendo relazioni, imparando cose nuove”.
Il secondo obiettivo, la divulgazione scientifica, è strettamente connesso alla promozione sociale, che rappresenta l’ultimo obiettivo, quello più importante. Spiega Lampitelli: “Abbiamo un’importante collaborazione attiva con Rete Cittadina Acquaviva, grazie alla quale, attraverso eventi di divulgazione scientifica sul territorio, valorizziamo le aree del quartiere casertano che versano in stato di abbandono. In questo modo riusciamo ad avvicinare città e università”.
Una divulgazione scientifica che non sfreccia soltanto sui consueti binari, ma che sfrutta anche il potere del digitale. SPAM è presente su YouTube con un canale e su Spotify con un podcast. “In questi ultimi intervistiamo ricercatori e scienziati affermati, fisici e matematici in toni divulgativi, accessibili a tutti. Se non si usa un linguaggio appropriato, d’altronde, si contribuisce a fomentare il luogo comune delle scienze dure come discipline elitarie”. La prossima puntata, in uscita il 31 maggio, vedrà intervistato padre Gabriele Gionti, ricercatore in teoria delle stringhe e gravitazioni quantistiche della Specola Vaticana, osservatorio astronomico che ha sede a Città del Vaticano. “Credo sia un’intervista molto interessante – spiega lo studente – perché ci aiuta a comprendere come possano convivere scienza e fede, essendo i ricercatori della Specola quasi esclusivamente ecclesiastici”.
Sempre più persone aderiscono a SPAM, sebbene il nucleo principale resti invariato: “L’organizzazione degli eventi e di tutti gli aspetti amministrativi e burocratici restano prerogativa dei 18 membri effettivi, ma nel corso degli eventi ci avvaliamo di un gran numero di collaboratori. Per fare un esempio, al Comicon di Napoli eravamo circa 50 persone”.
Molti i progetti per il futuro, ma essenzialmente uno: “Vogliamo espanderci dalla città a tutta la provincia di Caserta. Napoli vanta una lunga tradizione grazie a Città della Scienza, ma qui non abbiamo mai avuto nulla di simile. L’idea è quella di organizzare un festival scientifico itinerante a cadenza annuale tra le province di Caserta e Napoli”. A luglio si terrà anche il Caserta Summer Fest, festival che unisce scienza e sociale, dove SPAM sarà presente con dimostrazioni scientifiche sulle onde, sull’ottica e sui principi della dinamica classica. Secondo punto, mantenere le collaborazioni attive e stringerne di nuove.
Una realtà, quella di SPAM, che ribalta il luogo comune secondo cui i giovani devono essere trascinati, poiché in questo caso accade esattamente il contrario. Sono la passione, l’entusiasmo e il desiderio di condividere la conoscenza a guidare le loro attività. “Ho sempre detto che la scienza è pop, almeno in parte – conclude Lampitelli – e quella parte noi cerchiamo di farla conoscere a tutti, avvicinando grandi e piccini”.
Nicola Di Nardo

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli

Ateneapoli – n.09 – 2024 – Pagina 31

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here






Articoli Correlati