Circumflegrea: la nuova stazione a Monte Sant’Angelo sarà aperta entro l’estate

Residenze universitarie: il prof. Mario Losasso, delegato all’Edilizia dell’Ateneo Federico II, fa il punto con Ateneapoli. “Si ricorderà – dice – che sono stati ammessi a finanziamento sei progetti su otto che erano stati presentati dalla Campania. A Napoli: residenza De Amicis, nei pressi del Policlinico federiciano, promosso dall’Adisurc; residenza Medici, a Portici, nei pressi di Agraria, targato Federico II; Istituto Pontificio a Santa Chiara, promosso dalla Regione Campania; ex Arsenale militare in via Campegna, su iniziativa dell’Università Parthenope. A Benevento: il progetto di residenza universitaria nell’ex Convento San Vittorino, avanzato dall’Ateneo del Sannio.
Promosso a Caserta il progetto dell’Ateneo Vanvitelli di realizzare una residenza universitaria nell’ex caserma Barducci. Non sono state finanziate le proposte relative all’Ostello di Mergellina e al Miranda, l’edificio che versa oggi in condizioni di forte degrado ed è a pochi passi da Veterinaria. Complessivamente la Campania ha ottenuto con 46 milioni circa un decimo del totale dei fondi stanziati a livello nazionale nell’ambito della legge 338 del 2000 che cofinanzia appunto le residenze universitarie e l’housing studentesco. Un ottimo risultato”.

Prosegue: “I lavori dovrebbero iniziare nel 2025 e dovranno essere realizzati con la tempistica che è prevista anche per il PNRR. In sostanza, entro la fine del 2026 le opere dovranno essere collaudate. Contiamo di farcela e di andare avanti spediti. L’Ateneo Federico II ha svolto un lavoro ottimo fino a questo momento. Penso agli uffici tecnici, alla ripartizione di gare e contratti, alla direzione generale, alla Prorettrice Mastrullo. C’è stata inoltre grande collaborazione con tutti gli altri che, al di fuori dell’Ateneo, sono impegnati in questa sfida: l’Adisurc, la stessa Regione, le Università Parthenope e Vanvitelli. Per questo sono ottimista circa la capacità di rispettare i tempi stringenti entro i quali dovremo realizzare gli interventi per le residenze universitarie. Dobbiamo lavorare, restare concentrati, ma non ho timori”.
Losasso non esclude che in una fase successiva possano essere reperiti finanziamenti per rimettere in gioco i progetti del Miranda e dell’ex Ostello della Gioventù a Mergellina. “Nel frattempo – aggiunge – c’è anche un bando di 600 milioni per una manifestazione d’interesse di privati disponibili a proporre edifici per housing studentesco”.

Un altro progetto del quale da molto si parla e che è relativo ai trasporti è quello dell’apertura dell’uscita della Circumflegrea all’interno del complesso universitario di Monte Sant’Angelo. La stazione di Anish Kapoor in sostanza. “Ho partecipato – informa il prof. Lossaso – ad alcuni sopralluoghi recentemente con Eav, la società di trasporto regionale che gestisce quella linea su ferro. Ebbene, mi hanno confermato che la nuova stazione sarà aperta entro l’estate”. Gli studenti che vorranno arrivare a Monte Sant’Angelo in treno, evitando di restare ingolfati nel traffico di via Cinthia, che in alcune giornate e in orario di punta può essere veramente snervante, potranno salire sui treni della Circumflegrea in partenza da Montesanto, scendere alla stazione di Soccavo e da lì utilizzare il treno navetta che farà la spola tra quella stazione e Monte Sant’Angelo.
In futuro poi – ricorda il prof. Losasso – ci sarà una bretella d’interscambio tra Cumana e Circumflegrea che sarà realizzata a Piazzale Tecchio. Non so quanto tempo occorrerà. Si parla di due o tre anni. Nel frattempo mi pare un buon risultato che dopo tanta attesa ci sarà tra qualche mese la possibilità di arrivare all’Università di via Cinthia evitando auto, motorini e autobus”. Sempre a Monte Sant’Angelo, va avanti il docente, “si è realizzato un parcheggio temporaneo di fronte a Scienze della Terra. In quello dei Centri Comuni sarà realizzato il piazzale che apre verso l’uscita della Circumflegrea di Kapoor. Oltre quest’ultima sarà poi realizzato un nuovo parcheggio con molto verde e con pensiline fotovoltaiche”.
Fabrizio Geremicca

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli

Ateneapoli – n.04 – 2024 – Pagina 4

- Advertisement -

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here





Articoli Correlati