L’Adisu progetta una residenza ad Aversa

L’Adisu e il delegato all’edilizia della Seconda Università, prof. Pasquale Belfiore, stanno lavorando alla realizzazione della prima Casa dello Studente della Seconda Università. La sede: nell’area del Comune di Aversa. “In realtà – afferma il prof. Belfiore – ci sarebbe una residenza già in via di realizzazione. Ma è una iniziativa autonoma del Comune di Aversa, che ha utilizzato un finanziamento POR regionale. I lavori sono conclusi da un anno, ma lo stabile, essendo vuoto ed inutilizzato, sta già dimostrando segni di deperimento”. “L’immobile è di proprietà del Demanio ed è un ex piccolo carcere mandamentale. È localizzato nella periferia di Aversa, vicino all’Asl, dunque un po’ distante dalle sedi universitarie”. “Da quello che mi riferiscono i Presidi di Ingegneria ed Architettura, Michele Di Natale e Cettina Lenza, l’edificio va ancora completato e poi arredato. Dunque i tempi non sono brevi”. Altra difficoltà: “più che stanze per eventuali studenti, si tratta di mini appartamenti, più adatti ad uso foresteria”. Altri intoppi: “l’immobile potrebbe essere affidato all’Università per 99 anni, ma i costi di completamento e gestione sarebbero proibitivi; ma soprattutto è una iniziativa autonoma del Comune di Aversa, su cui la Seconda Università non è mai stata realmente coinvolta”. Un’altra ipotesi, invece, molto più percorribile, sostiene Belfiore: “è quella di una ex scuola, al centro di Aversa, su cui sta lavorando molto fattivamente l’Adisu della Sun, su un immobile di ben maggiori dimensioni e più confacente alle esigenze reali degli studenti”. 
Nella ex scuola 
media Manzoni
Maggiori informazioni le abbiamo chieste al Presidente dell’Adisu, prof. Antonio Ruggiero: “è un edificio molto centrale, si trova dietro l’arcivescovato di Aversa. Si tratta della ex scuola media Manzoni. L’altro edificio, invece, è una iniziativa esclusivamente del Comune, su cui noi Adisu non siamo mai stati né contattati né informati”. “La nostra invece è, come dicevo, l’ex scuola media Manzoni. Si trova al centro di Aversa, in posizione equidistante tra le due Facoltà, di Ingegneria ed Architettura, e dunque abbastanza comoda per gli studenti di entrambe le Facoltà”. “60 i posti letto realizzabili. Abbiamo chiesto all’Assessorato all’Università e Ricerca Scientifica della Regione un finanziamento di 6 milioni di euro per la ristrutturazione e per gli arredi. Stiamo aspettando l’okay della Regione e il trasferimento dei fondi. Dopo di che si passerebbe alla progettazione”. Tempi di realizzazione? “Se i fondi ci fossero assegnati nel giro di qualche mese, per l’appalto forse nell’estate potremmo già attuarlo. L’inizio dei lavori, invece, in autunno e completamento in 12 mesi”.  “Naturalmente, facciamo i debiti scongiuri, sarebbe la prima Casa dello Studente della SUN”. 
Nuovo Direttore 
Amministrativo
Altra novità dell’Adisu della SUN, l’arrivo di un nuovo direttore amministrativo, in sostituzione del dott. Vitaliano Ranucci, andato in pensione. Da alcune settimane le funzioni sono ricoperte dal dott. Antonio Cunzio, direttore amministrativo da alcuni anni del Suor Orsola Benincasa, dirigente di lunga esperienza. Il Presidente, prof. Ruggiero, però precisa: “l’affidamento al dott. Cunzio è  temporaneo, della durata di tre mesi. Stiamo invece per pubblicare, credo entro marzo, il nuovo bando di concorso per l’affidamento dell’incarico di direttore amministrativo in via definitiva. Stiamo solo attendendo un parere di legittimità dalla Regione”. 
(P.I.)
- Advertisement -





Articoli Correlati