1.200 immatricolati, trend in crescita

Nuove immatricolazioni: trend positivo a Giurisprudenza. “Abbiamo superato la soglia dei 1200 nuovi iscritti – afferma la prof.ssa Lucia Picardi, ordinario di Diritto Commerciale e Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale – I numeri sono in crescita, questi dati sono relativi a tre settimane fa, un bilancio completo potrà farsi solo a dicembre, con la chiusura dei termini per le immatricolazioni”. Nel frattempo, la didattica erogata in modalità mista per il primo anno, e a distanza per gli anni successivi, ha riscosso un discreto successo fra i ragazzi. “Siamo stati uno dei primi Dipartimenti ad adeguarsi alle indicazioni ministeriali, in linea con le decisioni dell’Ateneo. In aula ci sono sempre stati pochi studenti, la preoccupazione di utilizzare i mezzi pubblici ha dissuaso dalla frequenza”. Nel momento in cui si scrive, la nuova ordinanza relativa all’emergenza sanitaria ha sospeso le attività in presenza anche per i primi anni universitari. Modalità on-line confermate per il ricevimento docenti e gli esami di profitto: “Sta andando tutto molto bene e questo deve spingerci a fare delle riflessioni sulla didattica da remoto. Un’indagine dell’Ateneo ha evidenziato che, nonostante gli studenti preferiscano un rapporto vis a vis con i docenti, chi abita lontano o ha esigenze lavorative apprezza molto le possibilità offerte da remoto. Su quest’aspetto non si potrà più tornare indietro. Occorrerà capire come bilanciare i due mondi: quello tecnologico e quello più tradizionale”. Gli studi giuridici sembra abbiano ritrovato un nuovo appeal. Se prima fare l’avvocato non era considerato più così allettante, il trend in crescita di iscritti dice che qualcosa sta cambiando. Ma cosa? “La pandemia ha dimostrato che le professioni che tengono di più nel tempo e sotto pressione sono quelle che hanno capitale umano alla base. Questo lungo stop è stata un’occasione per riflettere, per capire che tipo di studio può servire per il futuro e su cosa ci si voglia cimentare nonostante tutto”.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati