200 posti anche per il prossimo anno a Scienze dei Servizi Giuridici

Pollice in su per il Corso di Laurea Triennale in Scienze dei Servizi Giuridici. A poche settimane dalla fine del secondo semestre, con l’esperienza nei mesi scorsi di lezioni ed esami, l’ago della bilancia pende su un giudizio complessivo positivo. “Siamo in una fase di avvio – commenta il prof. Lorenzo Zoppoli, Coordinatore del Corso di Laurea Triennale e docente di Diritto del Lavoro – Non possiamo permetterci di essere trionfalisti e non abbiamo ancora affrontato le problematiche inerenti al secondo e terzo anno di studi, ma possiamo affermare che il bilancio è più che positivo. Non abbiamo ancora una valutazione piena – mancano le verifiche del secondo semestre – ma fino ad ora da parte degli studenti c’è stato un vivo interesse per il percorso”. Il debutto del Corso non è stato agevole. Con la pandemia e le difficoltà legate al seguire in presenza, l’avvio non è stato come ci si aspettava: “Data l’emergenza Covid, abbiamo dovuto riadattare il percorso.    Le lezioni in presenza sono state seguite da un numero sufficiente di matricole, con l’avvio della zona rossa, e la conseguente didattica a distanza, ci siamo dovuti rimodulare. Il feedback ricevuto anche in questo frangente è stato positivo”. Per un bilancio complessivo e dettagliato occorrerà attendere: “Non abbiamo ancora discusso con i colleghi ed i ragazzi del rendimento o di cose da riadattare. Lo faremo a breve, la Laurea Triennale è un’esperienza che è destinata a durare nel tempo e che andremo a rafforzare con misure ad hoc”. Si partirà già da settembre quando le attuali matricole dovranno operare una scelta fra i tre curriculum professionalizzanti previsti: Consulente del lavoro, Giurista d’impresa e delle organizzazioni pubbliche, Giurista del terzo settore: “Dobbiamo mettere a punto i tre percorsi che diventeranno operativi dal prossimo anno accademico. Il primo anno è comune a tutti quelli che si iscrivono, dal secondo partono le differenziazioni. Al terzo anno, invece, lo studio si intreccia con il tirocinio obbligatorio. Dovremo capire quale sarà l’indirizzo più gettonato, l’offerta formativa diventerà più ricca e dovremo ampliare il profilo organizzativo e formativo del triennio”. La vera sfida parte ora: “Con la messa a punto dei tirocini previsti anche in base alle richieste. Per ora sembrerebbe che l’indirizzo più quotato sia la consulenza d’impresa. Vedremo se e come cambieranno queste prospettive”. Attualmente sono all’incirca una sessantina gli iscritti al nuovo Corso di Laurea: “Il numero chiuso di 200 unità era stato ampiamente superato in fase preselettiva. Con le iscrizioni il numero è calato e, quindi, manterremo la medesima capienza anche per il prossimo anno”.
Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati