Ad Economia mille domande per i tutor

Attività “full” per i tutor della Facoltà di Economia. Dottorandi e neolaureati specialistici selezionati per dar vita al servizio di tutoraggio – durerà l’intero semestre, distribuito su tre giorni a settimana per quattro ore al giorno – si trovano a fornire le più svariate informazioni agli studenti. “L’attività di tutoraggio è iniziata il 14 settembre. All’inizio si sono presentati da noi soprattutto gli immatricolandi, alquanto spaesati e piuttosto spaventati dall’imminente test di autovalutazione – dice Carmine Tozza – I ragazzi erano tutti sul ‘chi va là’: volevano sapere su quali argomenti prepararsi, se ci fossero testi da studiare, se il risultato del test avrebbe influito sulla media dei voti”. Insomma, tante piccole domande a cui dare una risposta quanto più tranquillizzante possibile. “Gli studenti che provengono dal Liceo Classico o Scientifico non conoscevano affatto le materie economiche – aggiunge Arturo Palomba – nostro compito è stato quello di presentare loro, in via del tutto generale, il  contenuto dei corsi”. Con l’entrata in vigore della legge 270, poi, la struttura degli ordinamenti didattici è del tutto cambiata ed anche su questo “abbiamo dovuto informare i nuovi arrivati”, aggiunge Arturo. Una delle domande più richieste, sempre dalle matricole, è quella relativa alla scelta del percorso di studi che possa garantire migliori sbocchi lavorativi. Argomento, come ha notato Carmine, sul quale “c’è un bel po’ di confusione. Molti ragazzi si iscrivono a questa Facoltà con la convinzione che se scelgono, ad esempio, il percorso di Economia Aziendale, possono, una volta conseguito il titolo, lavorare solo in azienda. Non sanno, invece, che a loro, nonostante una maggiore preparazione nelle materie aziendali, sono accessibili anche i concorsi pubblici o possono intraprendere la strada della libera professione”. Ai neodiplomati Carmine ha elargito importanti consigli: “La prima cosa che ho detto loro è di imparare ad autogestirsi, a fare dei programmi e cercare di rispettare la tabella di marcia; solo così potranno raggiungere nei tempi previsti il traguardo della laurea”. 
La seconda categoria di studenti – in termini di affluenza – ad usufruire sino ad ora del servizio è stata quella dei neolaureati con titolo triennale interessati a conoscere i percorsi didattici magistrali attivati o i possibili sbocchi professionali della laurea di primo livello. “Molti sono interessati alla spendibilità del proprio titolo di studio”, afferma Arturo. Molteplici anche le richieste di informazioni di carattere più strettamente burocratico – “per cui c’è stata ampia collaborazione con gli uffici di Presidenza”, assicura Arturo – come quelle sulle procedure di richiesta della tesi di laurea o di passaggio da un altro Ateneo alla Facoltà di Economia della SUN. 
Lucia Maddalena Biondo, invece, si è imbattuta in “domande relative alle propedeuticità provenienti da studenti iscritti al II o addirittura al III anno fuori corso”. Non sono mancate, poi, richieste di informazioni relative ai servizi predisposti dall’ADISU quali borse di studio e servizio mensa: gli studenti “ci pongono qualunque quesito passi loro per la mente”, ci confessa Erika Avella sostenendo che, probabilmente, “dato che noi tutors siamo giovani, i ragazzi sono meno intimoriti e si aprono di più”. 
L’attività di tutoraggio, dunque, a poco più di un mese dal suo inizio, sembra essere stata accolta ben volentieri dagli ‘abitanti’ della Facoltà: “Quando mi sono iscritta all’Università questo tipo di assistenza non esisteva. Onestamente sarei stata ben contenta di avere a disposizione persone che mi aiutassero, soprattutto all’inizio, a dare risposta a tutte le mie domande”, aggiunge Erika. Non dimentichiamo, infine, quante ore di fila in Segreteria si riescono ad evitare: “Ai miei tempi bisognava fare file interminabili e, quando non riuscivi ad arrivare in orario agli sportelli, tornavi a casa senza aver ottenuto alcuna informazione”, spiega Lucia Maddalena. Oggi, invece, i ragazzi possono stare tranquilli. Almeno fino a gennaio, per qualunque evenienza, i tutors sono a loro completa disposizione.
Barbara Leone
- Advertisement -





Articoli Correlati