Addio a camicie e verbali, ora gli esami si registrano on-line

Prorogata al 30 aprile la scadenza per il pagamento della seconda rata delle tasse universitarie. La ragione dello slittamento sta “nella possibilità che non a tutti gli studenti sia arrivato il MAV (modulo bancario per il pagamento) nei termini previsti, a causa di ritardi non dipendenti da noi”, spiega il dott. Vittorio Carpentiero, coordinatore della Segreteria. Dal 26 marzo a capo dell’Ufficio c’è il dott. Pasquale Ranieri, da 18 anni in servizio presso L’Orientale con il ruolo di funzionario. “La mia carriera nell’amministrazione universitaria è iniziata nel 1986, con un primo incarico all’Università di Udine. – racconta Ranieri – Poi, dal 1992 ad oggi, ho sempre lavorato qui all’Orientale, in Segreteria. Sono, quindi, felicissimo di questa nomina. Sarà dura, ma metterò in campo tutta la mia esperienza per portare avanti il lavoro già iniziato dal dott. Carpentiero. Siamo una squadra fantastica e riusciremo a migliorare sempre più i servizi agli studenti”.   
Sul versante dei servizi informatici, una nuova tappa. Da giugno si partirà con la prenotazione on-line obbligatoria anche per le Facoltà di Lettere e Scienze Politiche, dopo la sperimentazione iniziata da Lingue e Studi Arabo Islamici più di un anno fa, “un’ulteriore semplificazione per la vita degli studenti” – commenta Carpentiero. Ma la vera novità sta nella registrazione on-line degli esami che è stata approvata prima dal Senato Accademico del 30 marzo e poi dal Consiglio di Amministrazione del giorno successivo, per una spesa che non supererà i novemila euro. Un investimento sul futuro per l’Ateneo che si pone fra i primi del Mezzogiorno ad introdurre questo sistema: niente più camicie né registri, ma semplice ed istantanea verbalizzazione in rete accompagnata da un solo verbale da conservare in segreteria. “Dalla vecchia camicia d’esame siamo passati, in questi ultimi anni, al registro, in doppia copia, in dotazione al titolare dell’insegnamento. Il registro andava compilato e, a fine appello, consegnato in originale alla segreteria, mentre in copia rimaneva al docente. Insomma, un lavoro farraginoso – racconta Carpentiero – Adesso, invece, l’esame verrà verbalizzato direttamente nella banca dati di Ateneo, mentre resterà un solo verbale cartaceo, da consegnare in segreteria, e che porterà la firma dello studente. In questo modo si completa un processo iniziato con la prenotazione on-line: questa è, dal punto di vista informatico, la pagina successiva”. Per gli studenti, ciò significa la possibilità di vedere comparire sulla propria carriera gli esami immediatamente, con evidenti benefici anche in termini di sicurezza nella immissione e conservazione dei dati. Si partirà con la sessione estiva con una sperimentazione su quattro Corsi di Laurea, ancora da stabilire, ma comunque uno per ogni Facoltà, per poi andare a pieno regime con la sessione autunnale.
Ranieri annuncia anche un altro progetto, che dovrebbe vedere la sua attuazione sempre dal prossimo anno accademico: “La nostra idea è quella di una ristrutturazione dei locali di Segreteria, per liberarci da quei banconi anni ’90 e creare un ambiente molto più accogliente, con delle scrivanie, dei tavolini, come in una banca. Quello che ormai dovremo fornire sarà un servizio di consulenza. I certificati i ragazzi li possono stampare da casa, per cui in segreteria devono trovare assistenza e consulenza su quei problemi che non possono risolvere per via informatica. Si è passati dalla penna al computer e questa è la strada che dobbiamo continuare a seguire”.
Valentina Orellana
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati