Apre l’asilo nido di Ateneo

Anche i bambini “frequentano” la Seconda Università: da quest’anno l’Ateneo apre le porte anche ai più piccoli con il suo asilo nido, nato per supportare i genitori che lavorano o studiano alla Sun. In particolare, accoglierà un massimo di venti bambini di età tra i 0 ed i tre anni, purché siano figli dei dipendenti (docenti, ricercatori, personale tecnico-amministrativo), dei giovani ricercatori (dottorandi, assegnisti, borsisti) e degli studenti dell’Ateneo. Gli spazi destinati alla scuola dei piccoli si trovano a Caserta, all’interno del complesso di Viale Ellittico, ovvero l’ex Palazzo delle Poste che già ospita da qualche anno i Dipartimenti di Psicologia e di Scienze Politiche “Jean Monnet”. La struttura, ampia e funzionale, è stata pensata per poter rispondere appieno alle esigenze dei suoi ospiti. È infatti stata realizzata in base ai moderni sistemi di costruzione dei nidi, al fine di tutelare e promuovere la sicurezza, la salute e il benessere dei bambini. I locali destinati alle attività creative e psicomotorie sono luminosi ed accoglienti, allestiti prestando particolare attenzione alla scelta dei colori, dei materiali e alla sicurezza. Ma i bimbi potranno correre e giocare anche all’aperto grazie alla presenza di un giardino esterno. La scadenza delle
iscrizioni era stata fissata entro la fine del mese di agosto, mentre il 5 settembre era prevista l’apertura della struttura. Tuttavia, c’è stato un piccolo ritardo che ha determinato una proroga delle iscrizioni di qualche
settimana. Un leggero rallentamento dovuto a qualche lungaggine burocratica, come ha chiarito Marianna Pignata, delegata del Rettore alle Pari Opportunità e docente di Storia del diritto moderno e contemporaneo al Dipartimento di Giurisprudenza. “Le attività prenderanno il via a fine settembre – ha annunciato la docente – Fortunatamente, poiché la nostra struttura è un nido, non abbiamo dovuto rispettare i termini del calendario scolastico nazionale”. La gestione dell’asilo è stata affidata alla cooperativa sociale Eva Onlus, che a Santa Maria Capua Vetere si occupa da oltre sedici anni di prevenzione e contrasto della violenza di genere, di inclusione sociale e lavorativa dei soggetti svantaggiati e di promozione della qualità della vita dell’infanzia e dell’adolescenza. Il servizio funzionerà anche come baby parking e ludoteca nelle ore pomeridiane, con numerosi laboratori ludico-creativi e, su richiesta, sarà utilizzabile anche per feste. Con l’introduzione del nido la Sun va così ad arricchire la propria rete dei servizi sociali ed educativi, prendendo esempio da altri Atenei italiani. In Campania il primo nido d’Ateneo (secondo della penisola dopo quello di Parma) è stato quello dell’Università di Salerno, inaugurato a Fisciano nel
2010. Si tratta di un servizio importante, che rappresenta una preziosa risposta educativa per i bambini e le loro famiglie, e che, andando incontro alle esigenze delle mamme e dei papà che lavorano, contribuisce a migliorane la loro vita. Lo conferma la prof.ssa Pignata, che sottolinea: “Il nido è stato pensato in un’ottica di conciliazione lavoro-vita familiare, di realizzazione di pari opportunità e di sostegno alla genitorialità e progettato nei dettagli per accogliere, rassicurare, coinvolgere sia il bambino che i genitori”.
An.Lo.
- Advertisement -





Articoli Correlati