Cambia il tutorato a Chimica

Ingegneria Chimica sta per varare un nuovo regolamento per il tutorato. Lo anticipa il Presidente di Corso di Laurea Piero Salatino. “L’esperienza dimostra che gli studenti hanno qualche difficoltà a rivolgersi ai loro tutori, se sono docenti. Noi, però, vogliamo che il tutorato non resti sulla carta ed effettivamente rappresenti una occasione di orientamento ed una guida. Da queste considerazioni scaturisce l’idea di affidare il tutorato a giovani laureati e dottorandi di ricerca. Inizialmente svolgeranno il loro servizio a titolo puramente gratuito, poi si vedrà se riusciremo a trovare i fondi per remunerarli”.
E’ stato varato, nel frattempo, il Manifesto degli Studi per il 2000/2001. Resta tutto invariato, salvo qualche piccolissimo mutamento. Si continua a lavorare per la ristrutturazione del Corso di Laurea in base ai dettami della riforma Zecchino, il tre più due. “Il terzo anno di chi intende proseguire gli studi fino alla laurea di secondo livello porrà maggiore enfasi sugli aspetti teorici e formativi. Per chi invece intende conseguire il titolo di primo livello il terzo anno insisterà sugli aspetti professionalizzanti”. Il corso di laurea riformato, salvo sorprese, partirà però non prima del 2001/2002. “Io sono tra quelli che non premono per iniziare dal prossimo anno -sottolinea il professor Salatino-. La Federico II ha un nome ed una tradizione tali che impongono di salvaguardare il preesistente e di non avventurarsi in sperimentazioni a tutti i costi. Le novità vanno maturate”. 
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati