Data Science ricorda il prof. Antonio Picariello con un ciclo di seminari

Data Science è un campo dai vastissimi orizzonti e dalle innumerevoli applicazioni. Vogliono abbracciare e approfondire questa molteplicità le Antonio Picariello Lectures on Data Science, ciclo di seminari tenuti da esperti del mondo accademico e privato, organizzati dai Dipartimenti di Fisica Ettore Pancini e di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione (Dieti), segnatamente dai professori Giuseppe Longo, Giorgio Ventre e Flora Amato. Partiti il 4 novembre, i seminari sono un omaggio alla memoria del prof. Picariello, docente del DIETI e tra i padri della Laurea Magistrale in Data Science, prematuramente scomparso lo scorso giugno. “Verso il prof. Picariello, persona straordinaria dal punto di vista umano e scientifico, abbiamo un debito morale. Il nostro intento è tenerne sempre viva la memoria e far crescere nel tempo le Lectures”, dice il prof. Longo, Coordinatore del Corso erogato dal Dipartimento di Fisica in Data Science. “Siamo tra i primi in Italia ad offrirlo, risponde a precise esigenze del mercato del lavoro – sottolinea il prof. Longo – Nei prossimi dieci anni, in Europa, serviranno tra le dieci e le venti milioni di persone con questa laurea, che si collocheranno nei settori più disparati, economia, ingegneria dell’automazione, medicina, ricerca di base, mondo dei social”. Ed ecco, quindi, la necessità di “fornire agli studenti, ma anche alla comunità federiciana, una conoscenza di tutti questi vari aspetti. Le Picariello Lectures sono tenute da esperti italiani e internazionali che provengono, ad esempio, da imprese, da istituti di ricerca, che mostreranno i molti volti della Data Science”. I seminari previsti, fino a maggio, sono circa una ventina: “Parleremo di sicurezza dati, Big Data, di come le metodologie della Data Science si possano trasportare da un dominio all’altro, ad esempio all’astrofisica o alla meteorologia, si parlerà anche di digital libreries e di come usino strumenti sviluppati per la ricerca in Fisica per l’estrazione delle informazioni. Verso il professor Picariello, persona straordinaria dal punto di vista umano e scientifico, abbiamo un debito morale. Il nostro intento è tenerne sempre viva la memoria e far crescere nel tempo le Lectures”. Il calendario degli appuntamenti in programma fino a dicembre: “Connecting the dots: investigating an APT campaign using SPLUNK” con Antonio Forzieri dall’EMEA Cyber Security Specialization and Advisory, 11 novembre; “Digital Project Management: prassi, processi, tecniche, strumenti e approccio scientifico” con Dario Carotenuto dal Project Management Institute (PMI.org), 18 novembre; “Exploring space in cyberspace: astronomy and data science” con George S. Djorgovski, Director Center for Data Driven Discovery, California Institute of Technology, 2 dicembre. Le Lectures si tengono sulla piattaforma Teams e saranno messe a disposizione anche sul canale Youtube di Data Science: “Speriamo di poter tenere le prossime in presenza, spostandoci di Dipartimento in Dipartimento proprio in virtù della loro trasversalità”. Qualche dato sul trend di immatricolazioni: “Lo scorso anno abbiamo avuto venticinque iscritti, quest’anno qualcuno di più e i corsi sono partiti tutti rigorosamente in inglese. Abbiamo avviato un quarto curriculum, dedicato ai sistemi intelligenti, il primo in Italia che pone enfasi sul calcolo quantistico”. Per gli studenti è fondamentale “lo stage-tirocinio che svolgono presso aziende partner – Cademix, Capgemini, CITEL Group, EUSTEMA, FATER, IBM Italia, Microsoft Italia, ROCHE, TIBCO – Altre convenzioni sono in fase di definizione”.

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati