Economia, dal 21 settembre tutti in aula

Superato lo “scoglio” del test di autovalutazione gli economisti di domani si avviano verso il cammino formativo. Quali sono gli ostacoli che i neolaureandi dovranno superare? Ce li illustra il Preside Vincenzo Maggioni: “L’esperienza accumulata negli anni mi consente di affermare che le difficoltà che gli studenti iscritti al primo anno di un corso di Laurea in Economia sono relative a due aree: quella ragionieristica e quella economica generale (Microeconomia)”. Come mai? “Negli ultimi anni la maggior parte degli allievi ha una formazione liceale, dunque si trovano a dover affrontare alcune materie con un approccio completamente diverso rispetto a quello delle scuole superiori”. Molto più abbordabili, secondo Maggioni, le materie giuridiche. Il modo migliore per evitare battute d’arresto, soprattutto al I anno -che sappiamo essere di adeguamento alla realtà universitaria- è “la frequenza delle lezioni ed il rapporto con i docenti” afferma il Preside. Quale l’onere per gli studenti che al test di autovalutazione non hanno superato la soglia minima di accettabilità consigliata? “Al di sotto del punteggio minimo abbiamo imposto una limitazione: i primi esami da sostenere sono quelli nei quali gli studenti hanno riportato una valutazione non sufficiente”. 
In questi giorni la Facoltà sta mettendo a punto corsi di approfondimento delle tematiche relative alle aree in cui gli studenti hanno riportato dei deficit (ricordiamo che al test le matricole hanno dovuto misurarsi con domande a risposta multipla di Economia, Logica e Matematica). 
Tra formule
e leggi…
In quali materie dovranno cimentarsi le matricole della Facoltà di Economia? La legge 270 ha uniformato, per i tre Corsi di Laurea Triennale (Economia Aziendale, Economia e Professioni ed Economia e Commercio) l’offerta formativa che prevede i seguenti insegnamenti: Economia Politica, Istituzioni di Diritto Amministrativo (entrambi da 10 crediti), Diritto Privato, Economia Aziendale, Metodologie e Determinazioni Quantitative d’Azienda, Matematica per l’Economia (tutte da 9 crediti per i primi due corsi di Laurea mentre per Economia e Commercio valgono 10) ed, infine, 3 crediti formativi per l’idoneità informatica. Gli studenti di Economia Aziendale ed Economia e Professioni dovranno accumulare, per il primo anno, 56 crediti mentre per le matricole di Economia e Commercio il monte crediti da ottenere è di 60. Il piano di studi commerciale prevede l’insegnamento di Microeconomia (da 10 crediti) al posto di quello in Economia Politica.
Il piano di studi completo è stato pubblicato sul sito internet della Facoltà ed è consultabile alla pagina www.economia.unina2.it. 
Didattica,
il calendario
Battenti aperti il 21 settembre per gli studenti della Facoltà di Capua: i corsi, per il primo semestre, dureranno fino al 22 gennaio con una sospensione delle lezioni dal 1 al 18 dicembre dedicata ad appelli straordinari e prove intercorso, seguita dalle vacanze natalizie. Il 25 gennaio si aprirà invece la sessione d’esami che si chiuderà il 12 marzo mentre il secondo semestre avrà inizio il 15 marzo e proseguirà fino all’11 giugno con interruzione, per le vacanze pasquali, dal 31 marzo al 7 aprile. Da giugno a settembre due sessioni d’esami disponibili, quella estiva, aperta dal 14 giugno al 30 luglio e quella straordinaria dal 6 al 24 settembre. Coloro che non riusciranno a sostenere tutti gli esami entro settembre potranno usufruire di un’ulteriore sessione straordinaria prima delle vacanze natalizie, disponibile dal 1 al 21 dicembre.
Chi semina 
bene…
Studiare con criterio e passione apre le porte al mondo del lavoro: è quanto ci testimoniano Elpidio Natale e Laura Monaco, laureati presso la Facoltà di Economia della SUN. La carriera professionale di Elpidio è partita dalla presentazione del curriculum presso l’Ufficio Placement di Facoltà – biglietto da visita di tutto rispetto considerando il voto di laurea conseguito (109/110 e lode in Economia Aziendale-profilo Manager D’Impresa). Nel 2008, ad un anno circa dal conseguimento del titolo triennale, Elpidio, insieme ad altri 30 studenti capuani è stato contattato dalla Facoltà – tramite il servizio Almalaurea che consente l’inserimento del curriculum in banca dati accessibile a diverse aziende sull’intero territorio nazionale per la selezione di profili professionali- per concorrere per l’Ubibanca (filiale di Caserta) dalla quale è stato poi assunto. Elpidio dice di essere soddisfatto del suo lavoro ma non ha abbandonato la formazione: gli manca, infatti, un esame alla Laurea Specialistica in Finanza e Mercati (anche questo titolo SUN) che potrebbe aprirgli ulteriori porte e consentirgli di fare carriera. “Mi piacerebbe in futuro occupare una posizione dirigenziale”, afferma ma nel caso in cui il sogno dovesse sfumare non se ne fa cruccio: “Mi ritengo abbastanza soddisfatto del mio lavoro” e può ben dirlo se pensiamo che molti giovani, alla sua età, pur laureati con il massimo dei voti, vagano come anime in pena alla ricerca di un’occupazione talvolta di ripiego, vista la situazione critica in cui versa oggi il settore occupazione. 
Laura, 27 anni, che ha già completato l’intero percorso universitario – si è laureata in Economia e Management (titolo specialistico) nell’ottobre del 2007 – ha provveduto da sola alla ricerca del suo primo nonché attuale impiego. Qualche mese prima di laurearsi – anche lei con un’alta votazione: 102/110 – decise di inviare il proprio curriculum alla “Price Waterhouse Coopers” (società multinazionale specializzata nella consulenza alle imprese in materia fiscale, di revisione di bilancio e di outsoucing contabile e legale) tramite il form on-line presente sul sito internet dell’azienda. A distanza di qualche mese è stata poi contattata per un colloquio presso la sede di Milano che è andato a buon fine, tant’è che dal 2008 Laura è occupata presso l’ufficio revisione contabile. Anche lei, come Elpidio, si dice molto soddisfatta del proprio lavoro “che mi consente di accumulare competenze”.
Barbara Leone
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati