Edile Architettura in viaggio, è l’Andalusia la meta di quest’anno

Progetti in corso ad Ingegneria Edile Architettura (Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile, Ambientale – DICEA). Al via, tra poche settimane, un concorso di progettazione aperto agli studenti del quarto e quinto anno. Spiega il prof. Francesco Polverino, Coordinatore del Corso di Laurea quinquennale a ciclo unico: “Un’impresa di costruzione è impegnata nel rifacimento delle facciate di nuovi edifici residenziali. Per i ragazzi sarà anche un’opportunità di seguire seminari e guadagnare crediti formativi. Il lavoro si potrà svolgere nell’arco di un paio di mesi, così non si distrarranno dallo studio, e ogni settimana verranno seguiti nei loro progressi da noi docenti e dalla ditta. Il miglior progetto verrà realizzato e riceverà anche un riconoscimento”. 
Ancora, ad attendere gli studenti un bel viaggio studio che si terrà dall’1 al 7 maggio: “È un viaggio che teniamo ogni anno, fortemente interdisciplinare, a cui partecipano docenti di varie discipline. L’anno scorso siamo stati a Lubecca e ad Amburgo. Quest’anno saremo a Siviglia, Cordova e Granada. Gli studenti sono invitati, partecipare è una loro libera scelta e dovranno pensare al viaggio, al volo, all’albergo da soli. Noi daremo un palinsesto con gli orari e i luoghi delle visite. Per loro è un’esperienza importante perché vedranno insieme a noi nuove architetture e architetture tradizionali. Visiteremo un importante studio di progettazione, saremo all’Università di Siviglia dove i docenti daranno diverse informazioni agli studenti per aiutarli a comprendere la natura e la storia dei luoghi che visiteranno”. 
Un ulteriore approfondimento ci sarà nell’ambito dell’esame di Architettura Tecnica III. Gli studenti potranno approfittare di un nuovo corso integrato di Design Computazionale per l’Ingegneria e l’Architettura che darà competenze avanzate anche nell’ambito del disegno parametrico: “È fondamentale che i nostri studenti acquisiscano determinate conoscenze e abilità pratiche. Gli studi di progettazione, infatti, ci chiedono di dare ai ragazzi delle competenze che siano spendibili praticamente. La pratica è estremamente importante, per questo teniamo moltissimo ai tirocini. I nostri allievi sono presenti anche negli Uffici Tecnici dell’Ateneo se c’è una progettazione in corso. Per loro è una bella esperienza perché possono vedere realizzata una cosa che hanno progettato”. L’Opera Prima già prima della laurea: “Ad esempio, gli studenti hanno preso parte al progetto per la sistemazione dei campetti, della nuova copertura e dei punti di ristoro nella sede di Monte Sant’Angelo. Si sono interfacciati con un ampio panorama di interventi confrontandosi anche con i costi delle opere materiali”, conclude il prof. Polverino.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati