Giurisprudenza tra nuove tecnologie, stage e rassegne di cinema e letteratura

Un team di esperti giuristi in rete, per venire incontro ad ogni tipo di ricerca: è una delle novità di quest’anno alla Facoltà di Giurisprudenza. ARGeNtWEB (Assistenza alla Ricerca Giurisprudenziale e Normativa tramite il WEB) si propone di agevolare approfondimenti sempre aggiornati, attraverso i mezzi che la tecnologia mette a disposizione. “Il servizio rappresenta una novità assoluta nel panorama accademico nazionale – ha detto il Preside Franco Fichera – La sua particolarità consiste nella presenza costante di tutor specializzati in vari ambiti del diritto, che possano fronteggiare adeguatamente le eventuali richieste, in modo da poter effettuare tutti i tipi di ricerca su internet”. Non più un motore di ricerca generico, dunque, ma una banca dati specializzata. “I docenti immettono il materiale in rete e gli studenti ne usufruiscono, cogliendo gli spunti che ricevono durante le lezioni. Ciascun utente avrà a disposizione una delle postazioni presenti nell’aula informatica della sede di Giurisprudenza, con la possibilità di stampare i documenti reperiti oppure di averne una copia informatica senza costi a proprio carico”. Responsabile scientifico dell’iniziativa, il prof. Giovanni Russo, sostituto procuratore della Direzione Nazionale Antimafia e docente di Tecniche e Metodologie Informatiche per Giuristi al Suor Orsola Benincasa. Nell’ambito del progetto si inserisce FlashJus, un servizio di segnalazione delle novità giurisprudenziali, diretto a tutti gli operatori giuridici che si muovono in rete.  E’ già attivo sul sito www.unisob.na.it/giurisprudenza.
Un’altra novità: la costituzione dell’Associazione Laureati, con tre sezioni che corrispondono alle Facoltà dell’Ateneo: “ALSOGIUR è quella di Giurisprudenza. In questi giorni stiamo raccogliendo le adesioni. L’Associazione intende rinsaldare il legame tra l’Università e i suoi laureati, attraverso una serie di attività tese a promuovere le loro competenze e specificità culturali. Tutti i nostri laureati possono utilizzare i servizi di Ateneo, in primo luogo il placement”. A proposito di stage, sta per iniziare quello presso il TAR della Campania. Dodici tra i nostri migliori laureati (divisi in gruppi da sei per semestre) avranno la possibilità di fare un’esperienza altamente formativa: ognuno di loro verrà assegnato ad un magistrato e seguirà un’intera vicenda processuale.
Diverse novità, dunque, ma ritornano anche iniziative di successo come la rassegna Cinema Letteratura Diritto. Si tratta di un ciclo di 8 incontri a cadenza settimanale (ogni martedì), iniziato il 26 ottobre, e giunto ormai alla quinta edizione, che è inteso come un momento di scambio tra studenti e docenti della Facoltà, con il coinvolgimento della comunità dei giuristi e, in particolare, dei giovani studiosi. “Davanti alla legge, immaginare il Diritto è il titolo della rassegna – spiega il Preside – Un modo un po’ particolare di discutere del diritto e lo faremo in modi differenti. Il 30 novembre, ad esempio, è prevista una visita al Museo di Capodimonte. La Direttrice del Museo, Mariella Utili, illustrerà il quadro ‘Ercole al Bivio’ di Annibale Carracci, che fornirà spunti interessanti per parlare del concetto di giustizia”. Un altro degli appuntamenti di grande interesse, quello in cui verrà proiettato il film di Gianni Amelio Porte aperte, alla presenza dei magistrati Francesco Cascini e Raffaele Marino. La rassegna si concluderà martedì 21 dicembre con il prof. Angelo Scala che riprenderà alcuni dei testi legati ai diritti civili e all’immagine dell’America attraverso le canzoni di Bob Dylan e Bruce Springsteen.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati