Il regista Bertolucci inaugura MilleunaCina

Il regista Bernardo Bertolucci alla serata inaugurale della terza edizione (dopo quelle del 2010 e 2012) del festival culturale “MilleunaCina: I linguaggi della contemporaneità. L’uomo e il cielo: dall’armonia del Tao alla disarmonia della contemporaneità”. L’evento, in programma per venerdì 25 al cinema Metropolitan di via Chiaia (ingresso per inviti), prevede la proiezione in versione 3D del film di Bertolucci “L’Ultimo Imperatore”: pellicola epica e biografica del 1987. Kolossal di successo mondiale, il lungometraggio ha segnato una svolta nella carriera del regista parmense, insignito con ben nove premi Oscar tra cui quelli per il miglior film e la migliore regia. L’iniziativa è promossa dall’Università L’Orientale, presente all’inaugurazione con il Rettore Lida Viganoni, e dall’Istituto Confucio, e patrocinata dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “È un’occasione importante per la città di Napoli – commenta la prof.ssa Annamaria Palermo, direttore dell’Istituto Confucio – Un’opportunità per ribadire che il capoluogo campano è la capitale della cultura da sempre”. 
Gli appuntamenti in programma per il festival proseguiranno dal 4 al 10 novembre presso il PAN-Palazzo delle Arti di Napoli. Un viaggio lungo una settimana che, attraverso gallerie fotografiche, reading di favole con voci fuori campo, letture di testi inediti del passato, cerimonie del tè, lezioni di calligrafia, condurranno il visitatore nella Cina contemporanea. Al PAN saranno esposti gli scatti vincitori del concorso fotografico “La Cina è vicina. Appunti di viaggio” e sarà presentata una proiezione di cento foto “di un viaggio fatto ventiquattro anni fa nel Paese di Confucio, con l’amico e maestro Mimmo Jodice. Una raccolta che immortala una Cina non oleografica”, anticipa la docente. Il festival “ha l’obiettivo di far arrivare ad un pubblico sempre più ampio, e soprattutto ai giovani, i mille aspetti che caratterizzano questo Paese e questa civiltà”.
- Advertisement -





Articoli Correlati