In 500 a Scienze Motorie

Nasce dalla trasformazione dei vecchi ISEF, il Corso di Laurea in Scienze Motorie dell’omonima Facoltà attivato dallo scorso anno al Navale. Il Corso è a numero chiuso, 500 i posti programmati per quest’anno accademico, più 10 per gli studenti stranieri; prevede 23 annualità di tipo universitario e 7 di tipo tecnico- pratico; è suddiviso in un biennio di base ed uno di indirizzo. Queste le aree specialistiche: didattico-educativa, finalizzata all’insegnamento; prevenzione e dell’educazione motoria per i soggetti di diversa età e disabili; tecnico-sportiva; manageriale. L’organizzazione del corso prevede, difatti, accanto allo studio delle discipline tecnico sportive e quelle mediche, discipline manageriali e giuridiche finalizzate alla gestione ed organizzazione delle attività e delle strutture sportive. Quindi “un corso rinnovato nei contenuti, che permette oltre all’inserimento nel tradizionale campo dell’insegnamento, interessanti sbocchi occupazionali –spiega il prof. Giovanni Giordano Lanza Presidente del Comitato Tecnico Ordinatore della Facoltà – Secondo l’area professionalizzante seguita, il laureato in Scienze Motorie potrà svolgere le attività riabilitative rivolte a soggetti affetti da handicap, organizzare le attività motorie la terza età, partecipare alle organizzazioni ludico sportive promosse in ambito turistico, cimentarsi nell’imprenditoria attraverso l’attivazione di palestre, centri di fitness e centri di riabilitazione in collegamento con i medici”.
La Facoltà di Scienze Motorie in previsione del rinnovamento universitario che trasformerà il Corso di Laurea in triennale, seguito dal biennio di specializzazione, consentirà agli iscritti il passaggio al nuovo Corso senza perdere esami e crediti.
Gli studenti interessati al corso in Scienze Motorie dovranno far pervenire alla Segreteria entro le ore 14.00 del 14 settembre la domanda di ammissione, corredata da autocertificazione attestante il possesso del diploma, la certificazione medico sanitaria di sana e robusta costituzione e la ricevuta di versamento di lire 100.000 per tassa di concorso. L’ammissione al corso è subordinata al superamento di una prova, consistente in un test a risposte multiple su argomenti di cultura generale, che si svolgerà il 21 settembre presso la sede centrale del Navale.
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati