Notizie flash dal Suor Orsola

– Non si ferma la mobilità studentesca, nonostante l’emergenza legata alla pandemia e l’adozione di misure straordinarie nel nostro Paese e negli altri Paesi europei. Il Suor Orsola ha appena emesso il bando di selezione 2021- 2022 per titoli e colloqui al fine di attribuire le borse di studio a studenti, specializzandi, dottorandi ed iscritti ai Master post lauream nell’ambito degli accordi bilaterali del Programma Erasmus stabiliti con le Università/Istituzioni partner. Le borse (che variano da 250 a 300 euro, dipende dal costo della vita delle nazioni ospitanti) possono avere una durata minima di tre mesi (se i tre mesi corrispondono ad un semestre) e massima di dodici (o ventiquattro). Le attività, che devono essere concluse entro il 30 settembre 2022, potrebbero essere avviate in modalità ‘virtuale’ (distance learning), ma devono prevedere il completamento con un periodo di attività in presenza all’estero, laddove l’evolversi dell’emergenza lo consenta. Possono partecipare alla selezione gli studenti che siano regolarmente iscritti a Corsi di studio che prevedano al termine il conseguimento di un titolo di studio ufficialmente riconosciuto; gli studenti al I anno della Laurea Triennale possono eventualmente partecipare solo a condizione che prima della partenza abbiano maturato almeno 40 crediti. La domanda va presentata online entro l’8 marzo. I candidati dovranno dimostrare di possedere un livello di conoscenza della lingua del paese in cui si intende trascorrere il periodo di studio (o dell’inglese per quei paesi in cui l’insegnamento è impartito in tale lingua), pari o superiore al livello B1. Le prove selettive – orali di lingua (inglese, francese, spagnolo, tedesco e portoghese) si svolgeranno online l’11 marzo. La graduatoria dei vincitori sarà redatta in base alla media e il numero dei crediti conseguiti e al risultato della prova linguistica.
– Promosso all’interno del PRIN 2017 “Archivi del Sud. Cinema non-fiction e paesaggio meridiano in Italia dal 1948 al 1968”, è in svolgimento (sulla piattaforma Meet) un ciclo di appuntamenti seminariali che si propone di analizzare il modo in cui l’audiovisivo ha raccontato l’immagine del Mezzogiorno dal titolo “Visioni meridiane”. È curato da Augusto Sainati e Massimiliano Gaudiosi. Prevede appuntamenti fino a maggio. Il prossimo: 24 febbraio ore 16.00, Federico Giordano (Università per Stranieri di Perugia) “Teorie del paesaggio, pensiero meridiano e cinema italiano”.
– “Educare il buon sovrano, formare il buon cittadino: educazione e politica nella storia del pensiero politico”, il tema del corso seminariale curato dalla prof.ssa Francesca Russo e dalla dott.ssa Anna Di Bello, il cui fine è porre in rilievo l’importanza del compito attribuito all’educazione nella storia del pensiero politico. Prevede 24 ore di lezione più la prova finale (un breve questionario a risposta aperta da consegnare dal 27 febbraio al 2 marzo) per 130 studenti del Dipartimento di Scienze formative, psicologiche e della comunicazione che acquisiranno un punto bonus. Gli incontri si tengono online su Meet dalle ore 15.00 alle 17.00. In programma il prossimo 3 febbraio “La pedagogia politica nella Francia e nell’Europa del Cinque-Settecento: l’interpretazione di Durkheim”, prof.ssa Sonia Scognamiglio (Università Parthenope).

Scarica gratis il nuovo numero di Ateneapoli su www.ateneapoli.it

- Advertisement -





Articoli Correlati