Psicologia. Disagi strutturali, ma è buono il rapporto con i docenti

Problemi ancora irrisolti alla Facoltà di Psicologia. Gli studenti della Seconda Università di Caserta continuano a lamentare la mancanza di una sede adatta in cui seguire le lezioni. “Siamo in attesa del ‘trasloco’ presso l’ex sede delle Poste, ma i lavori continuano a subire ritardi”, dice Roberto Fusciello, rappresentante degli studenti. Il problema rappresenta una “costante” per il Comitato studentesco che ha tra gli obiettivi principali la tutela degli interessi degli studenti per i quali la mancanza di aule-studio rappresenta un elemento di grande disagio. Altro problema che sembra non essere ancora risolto è l’accavallamento degli appelli d’esame; il dover scegliere tra due esami, la cui data utile cade nello stesso giorno, causa un rallentamento dei tempi per il conseguimento della laurea. 
La problematica che più di ogni altra continua però a tenere “banco”  è quella relativa alla sospensione di assegnazione tesi da parte di diversi docenti della Facoltà. Al blocco delle assegnazioni del prof. Paolo Cotrufo (docente di Psicologia clinica) si è aggiunto quello della prof.ssa Carmela Guerriera (docente di Psicologia dinamica e Teorie e Tecniche delle Dinamiche di Gruppo) che, avendo raggiunto il numero di trenta tesi da seguire – tra Triennale, Specialistica e Vecchio Ordinamento –, riprenderà ad assegnarle a luglio.
Nonostante, dunque, le difficoltà relative lo “squilibrato” rapporto numerico tra docente-studenti, le relazioni che vengono a crearsi sono molto buone: “i nostri professori sono molto disponibili”, dice  Angelo Di Rubba, componente del Comitato degli Studenti, che aggiunge “penso che quella di Psicologia sia una delle poche Facoltà in cui esiste un rapporto umano tra docenti e studenti”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati