Quattro Facoltà all’Università del Sannio

Scienze Statistiche e Attuariali, Giurisprudenza e Scienze Politiche (interateneo con la Seconda Università) sono i tre Corsi di Laurea che compongono l’offerta formativa della Facoltà di Economia. “Questo tipo di CdL in Statistica non si trova in altri Atenei – spiega la prof.ssa Antonella Malinconico, docente di Economia degli intermediari finanziari e delegata all’orientamento di Facoltà – il numero contenuto di studenti consente ai professori di seguirli attentamente, le classi sono gestibili e tra i servizi offerti dalla Facoltà abbiamo aule informatiche con computer, connessione a internet e videoproiettori, dove ciascuno studente ha la propria postazione. Il corpo docente, inoltre, è molto giovane: a Statistica non si superano i 45 anni”. Il Corso triennale in Scienze Statistiche e Attuariali vanta anche un placement molto elevato: settori assicurativo e bancario, Istat, Banca d’Italia. “Alcuni studenti trovano lavoro ancor prima di laurearsi. Gli statistici non sono moltissimi in Italia, perché questo tipo di studi spaventa, appare troppo difficile” afferma la prof.ssa Malinconico. Una scelta coraggiosa, dunque, che richiede forza di volontà e una buona dose di coraggio. “Il mio consiglio è di essere più audaci nella scelta della Facoltà – dice – e di andare verso nuovi percorsi formativi per rispondere alla domanda sempre più selettiva proveniente dal mercato del lavoro”. Decisamente più numerosi, invece, gli iscritti al CdL quinquennale in Giurisprudenza, ma “non si tratta mai di numeri ingestibili, si riesce sempre a fare lezione dignitosamente”. Anche qui il corpo docente ha un’età media relativamente bassa rispetto ad altri Atenei e ciò, secondo la prof.ssa Malinconico, determina “molto fermento. È un Corso molto dinamico, dove gli studenti non imparano mai soltanto le nozioni da manuale, ma vivono quotidianamente il diritto grazie alla presenza costante in aula dei professori titolari di cattedra e all’organizzazione di frequenti incontri e seminari con esperti e personalità del settore”. Curioso che Giurisprudenza sia un Corso di Economia e non una Facoltà, come solitamente accade: “le conoscenze economiche sono ritenute molto rilevanti – spiega la prof.ssa Malinconico – diritto ed economia vanno di pari passo e questa struttura è il risultato di una visione più economica delle discipline giuridiche voluta a suo tempo dal prof. Pietro Perlingieri (Preside dimissionario di Economia nonché già Rettore dell’Ateneo)”.
- Advertisement -





Articoli Correlati