Scienze dell’Amministrazione, Corso unico in Campania

Spegne la prima candelina e raddoppia l’offerta formativa. La Facoltà di Giurisprudenza accanto all’innovativo Corso di Laurea in Scienze dell’Amministrazione attiva il ‘classico’ Corso di Laurea in Giurisprudenza. “È una naturale tappa della crescita della Facoltà -afferma il professor Salvatore Vinci, Presidente del Comitato Ordinatore-. È un corso di giurisprudenza classico ma che dal punto di vista formativo avrà alle spalle tutto il bagaglio culturale della facoltà di Economia, con una particolare attenzione quindi agli aspetti economici. Considerando che la cultura economica è in forte crescita, questa sua caratteristica potrebbe rappresentare un valido sbocco occupazionale”. Il Corso in Giurisprudenza è volutamente decentrato “nascerà a Nola, città che grazie alla sua tradizione culturale in campo giuridico -è sede di un tribunale- e alla posizione rappresenta una scelta idonea a costituire una aggiunta e non un doppione dell’offerta formativa presente in Campania. Le lezioni si terranno nel Seminario Arcivescovile di Nola”. La figura professionale emergente acquisirà oltre alle conoscenze giuridiche, la conoscenza di un’ulteriore lingua dell’Unione Europea oltre all’italiano, avrà dimestichezza con i metodi e gli strumenti informatici e telematici. 
Il corso è organizzato in 4 anni. Sei gli esami del primo anno: Istituzioni di diritto romano, Istituzioni di diritto privato, Economia politica, Diritto costituzionale, Teoria generale del diritto, un esame complementare. 
Resterà localizzato al Navale Scienze dell’Amministrazione. “Dopo il rodaggio -spiega il professor Vinci- da quest’anno entra a regime: non ci saranno più lezioni in comune con la facoltà di Economia, questo per l’esigenza di far nascere negli iscritti ‘il senso di appartenenza’ al Corso”.
Scienze dell’Amministrazione è unico in Campania, fonde innovazione e tradizione, per curare la formazione giuridica, istituzionale, organizzativa, e gestionale dei quadri dirigenziali della pubblica amministrazione locale, nazionale e comunitaria. “Gli studenti che scelgono il corso di Scienze dell’Amministrazione devono mostrare interesse e attitudine per gli studi inerenti la parte generale di carattere formativo -sottolinea il prof. Vinci- sfruttando al meglio i corsi di lingue e la parte dedicata all’informatica del secondo biennio; sono gli indispensabili strumenti operativi del futuro”. Grazie alla coerente base di studio ed alle innovative discipline, il laureato in Scienze dell’Amministrazione potrà inserirsi senza difficoltà anche negli enti di recente costituzione nel nostro Paese come le Authority, gli Enti incaricati di gestire i beni di pubblica utilità.
Il corso ha durata quadriennale, è organizzato in due bienni, il primo comune, ed il secondo di specializzazione con due indirizzi: Giuridico, Politico-Organizzativo. Questi gli esami del primo anno: Istituzioni di diritto privato, Diritto costituzionale, Economia politica, Sociologia, Economia aziendale, Storia delle costituzioni moderne.
Per entrambi i Corsi di Laurea è assicurato il passaggio al nuovo ordinamento con il riconoscimento dei crediti acquisiti e degli esami superati. 
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati