Seminari di Logistica e Management ad Ingegneria Navale

Studenti di Ingegneria Navale, occhio ai seminari. C’è: “Ship Logistics and Management, seminario sulle tendenze della gestione della nave e della logistica navale la cui particolarità è che sarà svolto in collaborazione con il Comando Logistico della Marina Militare”, informa il prof. Guido Boccadamo, Coordinatore del Corso che afferisce al Dipartimento di Ingegneria Industriale (DII). Il seminario, diretto dal prof. Carlo Bertorello, è aperto anche agli studenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, oltre che ad Ufficiali della Marina Militare e laureati dipendenti di compagnie di navigazione, ed è accreditato per il conferimento dei tre crediti per le ulteriori conoscenze formative. Tre gli incontri, il 13, 20 e 27 giugno con lezioni frontali, workshop e discussione di casi studio. 
Quali, tra le iniziative più apprezzate dai futuri ingegneri navali? Una di queste è il viaggio durato una settimana in Friuli Venezia Giulia: “Questa visita didattica è stata organizzata per gli studenti che tra sei mesi saranno laureati e dovranno entrare nel mondo del lavoro. L’esperienza che hanno vissuto dal 4 all’8 marzo è stato un modo per vedere nel concreto questo mondo”, spiega il prof. Tommaso Coppola. Trentacinque studenti hanno visitato le strutture dei Cantieri Navali Montecarlo Yacht, Fincantieri, Wärtsilä Italia S.p.A., Cantieri Navali di Monfalcone e Cantieri Navali di Marghera. “Il gradimento degli studenti è stato alto. Hanno vistp come si costruisce un motore navale, hanno visitato gli uffici di progettazione di Fincantieri e hanno osservato come si progetta una nave. È stata un’esperienza profondamente significativa. Con noi c’erano anche il prof. Franco Quaranta e l’ingegner Luigia Mocerino, dottoranda”. Molto apprezzato anche il seminario di Public Speaking tenuto, giovedì 28 marzo, da un ospite d’eccezione, l’attore Lino Guanciale. “L’abbiamo proposto agli studenti della Laurea Magistrale in Ingegneria Navale perché saper comunicare è fondamentale per un futuro ingegnere. Un laureato per poter entrare in un’azienda ha bisogno anche di qualità extra-tecniche e l’intervento del dott. Guanciale è stato rivolto agli allievi che vogliono imparare a comunicare e migliorare le loro soft skills”, conclude il prof. Coppola.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati