Si lavora alla stazione di Monte Sant’Angelo

Fervono i lavori per la stazione di Monte Sant’Angelo, prima tappa della bretella di collegamento fra le linee Circumflegrea e Cumana che su una tratta di poco più di cinque chilometri, fra Soccavo e Viale Kennedy, prevede, oltre via Cinthia, le stazioni di Parco San Paolo, Via Terracina e Viale Giochi del Mediterraneo. “Metteremo così in rete l’intera area occidentale di Napoli, con la sua enorme domanda di trasporto, dovuta alla presenza di poli universitari, centri di ricerca e strutture sportive”, spiega l’ing. Francesco Murolo, direttore di linea della SEPSA e docente a contratto di Propulsioni Elettriche presso il Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica. Il progetto è stato suddiviso in vari lotti. Il primo a cui si sta lavorando alacremente è quello della tratta Soccavo-Monte Sant’Angelo per adeguare la stazione già esistente e costruire quella del campus. “I lavori sono stati fermi a lungo, per inserire il progetto della stazione dell’artista Anish Kapoor. Allo stato attuale sono state quasi interamente realizzate le strutture della linea e quelle interne della stazione le cui diverse parti, ingressi, cunicoli e camerone sono conformate come sculture ciclopiche”, prosegue il tecnico. A lavori ultimati, in attesa dell’intera linea, si prevede un treno navetta ogni venti minuti, direttamente da Montesanto o con scambio a Soccavo. “Dipende dai lavori nella galleria fra il capolinea e la stazione di Via Piave. Per completare l’intero segmento prevediamo ancora un anno di attività”, sottolinea l’ingegnere. A regime l’intera linea trasporterà circa 40 mila passeggeri al giorno, con un tempo di percorrenza medio di 12 minuti da Soccavo a Viale Kennedy e corse ogni 10 minuti. Anche i lavori fra la sede universitaria e Parco San Paolo sono in avanzato stato di esecuzione. Agli inizi di febbraio si è conclusa la conferenza dei servizi per approvare il progetto definitivo che prevede anche la messa a punto di una serie di infrastrutture, un parcheggio interrato su tre livelli ed un cavalcavia pedonale su Via Cinthia. L’inizio dei lavori relativi a questo lotto è previsto a breve. I fondi già investiti ammontano a poco più di trecento milioni di euro (326,8 milioni), ma non per l’intero tragitto. La tratta Terracina-Kennedy, infatti, resta in attesa di finanziamento.
(Si.Pa.)
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati