Sporchi ed affollati i bagni di Porta di Massa

bagni al piano terra per le donne, altrettanti per i maschi; uguale numero al primo piano; negli altri un solo bagno per le donne ed un altro per i maschi. E’ il numero dei servizi presenti nella sede di Porta di Massa, plesso che accoglie giornalmente più di mille studenti tra chi segue le lezioni, chi sosta in aula studio, chi si reca nei dipartimenti per acquisire informazioni, chi frequenta la facoltà come semplice luogo di ritrovo. 
Condizioni igieniche pessime (il turno di pulizia è unico e serale), mancanza di accessori (la carta igienica non c’è mai), scarsa manutenzione (lavandini che perdono, porte che non chiudono, “a volte se tiri lo sciacquone non sempre il risultato che si ottiene è quello sperato”): protestano gli studenti. Che lamentano di dover, talvolta, anche fare venti minuti di fila prima di andare in bagno. 
La nostra perlustrazione nei servizi igienici dei vari piani conferma la descrizione degli studenti. 
Al piano terra ci sono quattro bagni sia per i maschietti sia per le femminucce: a terra è tutto sporco, manca la carta igienica, ed è meglio non parlare delle condizioni di alcuni water. 
Al primo piano la situazione peggiora: nel bagno delle signore c’è un lavandino che perde acqua che si riversa a terra; inoltre, uno dei quattro servizi igienici è inagibile, c’è la porta rotta appoggiata sull’uscio e dall’esterno si scorge sul water un grosso contenitore per i rifiuti, quindi è impossibile usarlo. Una situazione che va avanti da mesi. “I bagni sono quasi sempre in queste condizioni. Sono sporchi già in mattinata e quindi il pomeriggio per chi si sofferma diventa difficile andare in bagno. E poi manca la carta igienica”, dice Maria Schiano, studentessa al secondo anno. 
Francesca incalza: “io sono tutto il giorno nell’aula studio al secondo piano. Al fianco dell’aula ci sono solo due bagni, uno per le ragazze uno per i ragazzi. Ogni volta mi tocca fare la fila, quando entro preferirei andarmene. Una volta c’era il lavandino otturato con dentro di tutto”. E in effetti inoltrandoci verso il secondo piano, quello in cui si trova anche il bar, notiamo che l’aula studio è molto affollata. Di conseguenza lo è anche il bagno. 
Al terzo piano, dove c’è un’ulteriore sala studio, la situazione non è dissimile. Solo due servizi e fila, come conferma un gruppo di studenti. E a chi scappa? La soluzione: una corsa per le scale ai piani inferiori con la speranza di aver miglior fortuna!       (S. L.)   
- Advertisement -
spot_img

Articoli Correlati