Stage multimediali in Rai

Stages di formazione presso la struttura multimediale di RAI Educational a Napoli: una preziosa opportunità offerta ai laureati in Sociologia e non solo. Il prof. Raffaello Mazzacane, della cattedra di Storia delle tradizioni popolari, esperto di nuove tecnologie, sta collaborando ad importanti progetti per RAI Educational multimediale. “Nel 1997, mi è stato affidato l’incarico di coordinare un progetto per la valorizzazione dei beni culturali nella provincia di Siena; in particolare è stata prevista l’apertura di 21 musei” ha spiegato il docente. Il progetto, ancora in corso, consiste nel realizzare documenti grazie ad un nuovo sistema di produzione, multimediale appunto. “Sono stati realizzati 150 documentari e due CD Rom. Vi hanno partecipato quattro studenti laureati in Storia dell’arte alla Federico II e alla Seconda Università di Napoli che hanno già svolto un Corso di Specializzazione in Storia dell’arte e che stanno ultimando un corso europeo di alta formazione proprio alla struttura multimediale di Rai educational, della durata di sei mesi”. Quello di Siena è stato un progetto pilota; “lo stesso presidente della RAI Zaccaria ha assunto un nuovo grande progetto che mira a realizzare un Museo virtuale di tutta l’arte italiana”. Il progetto durerà probabilmente una decina d’anni ed è già partito proprio dai musei della città di Napoli. “Sono quattro gli studenti, provenienti dalle Università di Milano e Firenze, che vi lavorano poiché svolgono a Napoli l’ultima fase di uno stage in multimedialità”. La struttura multimediale di Rai educational presente a Napoli è la più avanzata in Italia. Gli studenti laureati che aspirano a frequentare lo stage presso la Rai possono farlo attraverso il progetto Porta oppure chiedendo informazioni al prof. Mazzacane. Il docente ha anche organizzato all’interno del suo corso di Storia delle tradizioni popolari un seminario di studi su Multimedialità e Museografia demologica, avvalendosi degli studi del progetto sul sistema museale della provincia di Siena. Il Consorzio ARPA sta inoltre realizzando un corso di formazione “Multimedialità e arte” a cui saranno ammessi 25 studenti.
Doriana Garofalo
- Advertisement -





Articoli Correlati