Studiate con il codice alla mano

La prontezza di spirito talvolta può essere utile per recuperare una situazione che volge al brutto. Sempre che, ovviamente, dall’altro lato della cattedra ci sia un docente che apprezzi lo sforzo. Al riguardo un episodio molto simpatico raccontato ai microfoni di Kiss Kiss Napoli dal  prof. Vincenzo Patalano, oggi docente di Diritto Penale, I cattedra, all’epoca titolare dell’insegnamento di Diritto e Procedura Penale Militare.   Uno studente un po’ maturo si presenta a sostenere l’esame. Arriva la domanda: quali competenze ha un comandante di porto? “Lui –ricorda il professore- da buon napoletano mi rispose con freddezza: ‘una competenza fluttuante’. Scoppiammo, ovviamente, tutti a ridere. Io gli diedi 18 per la prontezza di spirito. Non mi avrebbe mai fatto fare brutta figura perché non si sarebbe mai perso d’animo”.      
Dal passato al presente. I consigli del docente per affrontare Diritto Penale: “studiare bene il manuale suggerito completando lo studio con un buon codice commentato in quanto si ha la possibilità di trovarsi immediatamente a confrontarsi con un caso reale. Così è più facile anche ricordare”. I testi adottati: il manuale di Fiore (due volumi) e la parte speciale “I delitti contro la vita” del professore.  Le difficoltà: “sono tante perché la materia è complessa, la legislazione è molto aumentata rispetto al passato, bisogna quindi fare riferimento a molti istituti. La vera difficoltà è che si affronta la materia al terzo anno senza alcun riferimento precedente.  Gli studenti comunque si appassionano molto; gli studenti di oggi sono migliori che nel passato, sono maturi”. Lo svolgimento dell’esame. La prima parte si svolge con una sottocommissione se la si supera si passa “con un’altra sottocommissione di cui faccio parte, quindi li esamino tutti”. La particolarità della cattedra: “da molti anni ho predisposto un modulo che i miei assistenti seguono, così gli studenti hanno lo stesso numero di domande –chiaramente non sono le stesse per tutti- e su diversi argomenti. E questa è una garanzia”.
- Advertisement -
spot_img
spot_img

Articoli Correlati