Tasse, aumenti del 3% al Federico II

Tagli ministeriali, l’Ateneo Federico II aumenta del 3 per cento le tasse con il parere contrario delle rappresentanze studentesche. Costerà da un minimo di 320 euro (I fascia, Facoltà umanistiche) ad un massimo di 1.170 euro (XVI fascia, Facoltà scientifiche) un anno di università. 
L’immatricolazione al Federico II avviene on-line (l’indirizzo è www.unina.it) tramite il servizio ‘Segrepass’; la scadenza è il 2 novembre (oppure fine al 31 dicembre con mora e senza possibilità di richiedere le agevolazioni per merito). L’importo delle tasse viene determinato, come sempre, dal reddito e dalla Facoltà (più dispendiose quelle scientifiche) prescelta. Il riferimento per calcolare quanto dovuto è l’attestazione ISEE (certificazione prodotta sulla base di una dichiarazione sostituiva sottoscritta da uno dei componenti del nucleo familiare dello studente da consegnare ai centri Caf o alle sedi ed agenzie Inps) relativa alla situazione economica dichiarata nel 2008. Agli importi stabiliti, va aggiunta la tassa regionale per il diritto allo studio di 62 euro, da versare insieme alla prima rata. Dalle risultanze del modello ISEE, si deduce la fascia di appartenenza e, quindi, il relativo esborso. Al Federico II le fasce sono sedici.  In caso di presenza nel nucleo familiare di più studenti universitari, lo studente è collocato nella fascia immediatamente precedente a quella di pertinenza.  Coloro che si iscrivono alle Facoltà umanistiche pagano in totale: 320 euro se in I fascia, 334 se in II fascia, 356 in III fascia, 385 in IV fascia, 423 in V fascia, 460 in VI fascia, 501 in VII fascia, 543 in VIII fascia, 590 in IX fascia, 641 in X fascia, 692 in XI fascia, 748 in XII fascia, 808 in XIII fascia, 850 in XIV fascia, 967 in XV fascia, 1.085 in XVI fascia. Versano di più gli iscritti alle Facoltà scientifiche (gli importi dovuti, rispettivamente per le sedici fasce: 383, 398, 422, 446, 489, 526, 566, 608, 653, 707, 759, 815, 875, 943, 1.035, 1.170 euro). Le tasse si versano in due rate. La prima va pagata entro il 2 novembre ed è per le Facoltà umanistiche di 129 euro per le prime tre fasce, 181 per la IV, V e VI; 232 per la VII, VIII e IX, 284 per X, XI e XII, 336 per le ultime 4. Per le Facoltà scientifiche: 181 per le prime tre, 232 per le successive tre, 284 per la VII, VIII e IX; 336 per la X, XI, XII; 387 per le ultime 4 fasce. Contestualmente alla prima rata, tutti, indipendentemente dalla fascia, devono pagare la Tassa regionale per il diritto allo studio di 62 euro.  Sgravi sono previsti per gli studenti meritevoli sulla seconda rata (da 77 a 129  euro in meno) in funzione del voto conseguito al diploma
Ora una panoramica sulle modalità di immatricolazione e sull’importo delle tasse negli altri Atenei campani.
Seconda Università degli Studi. Le domande di immatricolazione ai Corsi di studio che non prevedono il numero chiuso vanno presentate a mano oppure on-line sito web dell’Ateneo www.unina2.it-, fino al 5 novembre. Alla presentazione della domanda, lo studente è tenuto al pagamento della prima rata delle tasse, di un contributo fisso di 52 euro per l’immatricolazione, della tassa regionale (62 euro). Le fasce di contribuzione, in funzione esclusivamente del reddito nel caso degli iscritti al primo anno, sono dodici. Gli importi dovuti da chi si iscrive a facoltà umanistiche: I fascia (cui afferiscono i portatori di handicap con percentuale di invalidità pari o superiore al 66%) 16,12 euro; II fascia 341,50 euro; III fascia 458,50; IV fascia 585,50; V fascia 692,50; VI fascia 768,50; VII fascia 835,50; VIII fascia 904,50; IX fascia 1.050,50; X fascia 1.125,50; XI fascia 1.297,50; XII fascia 1.414,50.  Si paga di più se ci si iscrive a Facoltà scientifiche: nel caso di Architettura, Medicina e Psicologia si va dai 399,50 euro della seconda fascia fino a 1.650,50 euro per la 12esima fascia. Le tasse si versano in tre rate (tranne che per le prime due fasce): entro il 5 novembre, il 28 febbraio, il 31 maggio.
Università L’Orientale. La procedura è on-line collegandosi al sito www.unior.it. Sarà chiesto prima di registrarsi e poi di procedere con la compilazione della richiesta di iscrizione e dell’autocertificazione che determina la fascia di contribuzione alla quale si appartiene. Ci si immatricola entro il 31 ottobre (paga una mora di 70 euro chi si immatricola entro il 31 dicembre). Sette sono le fasce di contribuzione. Gli importi annuali: 472,77 euro per la I fascia, 531,61 euro per la II fascia; 589,42 euro per la III fascia; 648,26 euro per la IV, 737,03 euro per la V, 823,24 euro per la VI, 940,38 euro per la VII fascia. Le tasse si versano in due soluzioni. La prima rata entro il 31 ottobre è di 229 euro per la I fascia, 245 euro per la II fascia, 301 euro per la III fascia, 358 per la IV fascia, 444 euro per la V fascia, 528 euro per VI fascia, 641 euro per la VII fascia; contestualmente va versata  la tassa regionale di 62 euro.
Università Parthenope. Ci si immatricola fino al 5 novembre, salvo proroghe presso la Segreteria Studenti in Via Cristoforo Colombo 52/54 (lato S.Nicola alla Dogana) ed al Centro Direzionale (is.C4) a Napoli ma anche nelle sedi periferiche di Nola (piazza Giordano Bruno). Si utilizzano i moduli prestampati prelevabili sul sito (www.uniparthenope.it)  o nelle segreterie. Tutti devono versare come prima rata 199 euro quale prima rata delle tasse e la  tassa regionale di 62 euro.
Le fasce contributive sono cinque: l’importo totale è di 432 euro per la prima fascia, 488 euro per la seconda, 544 euro per la terza, 600 euro per la quarta, 656 euro per la quinta fascia. Maggiorazione di 65 euro per le Facoltà scientifiche. Sgravi sono previsti per le matricole meritevoli: 103 euro da sottrarre per chi si è diplomato con 97 su 100 e  52 euro per chi si è diplomato con un voto compreso tra 80 e 96. La seconda rata va versata entro il 31 marzo.  
Università Suor Orsola  Benincasa. Ci si immatricola fino al 30 ottobre on-line connettendosi al sito www.unisob.na.it. Le tasse si versano in tre rate: entro il 30 ottobre, entro il 29 gennaio ed entro il 15 aprile. Sull’ultima rata vengono calcolate eventuali decurtazioni per merito.
Le fasce sono tre. Diversi gli importi a seconda del Corso di Laurea cui si iscrive. Per la prima fascia si va da un minimo di 1.062,75 (I fascia) per Scienze del Servizio Sociale, a 2.715,75 per Giurisprudenza, fino a 5.082, 75 per Diagnostica e Restauro. Occorre anche versare e la tassa regionale di 62 euro, un contributo straordinario di 250 euro e l’imposta di bollo di 14,62 euro. 
Università degli Studi di Salerno. Ci si immatricola fino al 30 settembre. Laa procedura è on-line (disponibile sul sito www.unisa.it). Gli importi delle tasse e dei contributi sono graduati su sette fasce di contribuzione: I fascia 356 euro l’anno; II fascia 412 euro; III fascia 508 euro; IV fascia  690 euro; V fascia 690 euro; VI fascia 984 euro; VII fascia 1.074. Tutti gli studenti sono tenuti a corrispondere all’atto dell’iscrizione la Tassa Regionale per il Diritto allo Studio di 62 euro. Sgravi sono previsti per gli studenti meritevoli. 
Università del Sannio. Immatricolazioni fino al 13 novembre, dal 14 e fino al 30 novembre con mora.  Per maggiori informazioni connettersi al www.unisannio.it.
- Advertisement -
spot_img
spot_img
spot_img

Articoli Correlati