Una cittadella dello sport

Gli studenti delle università napoletane hanno a loro disposizione una cittadella dello sport in cui svolgere le più disparate attività in ottime strutture e a prezzi molto convenienti. Si tratta del Centro Universitario Sportivo, il Cus, che si trova in via Campegna 267, poco distante dalla metropolitana di Cavalleggeri e facilmente raggiungibile anche dalle stazioni della Cumana di Agnano ed Edenlandia. Si tratta della più grande polisportiva che opera attualmente nel Centro-Sud d’Italia. Per chi non ci è mai stato al primo impatto, visitando le strutture di via Campegna, si ha quasi l’impressione di trovarsi in un campus americano, di quelli che si vedono nei film statunitensi. Piscine, campi da tennis, calcio, rugby, pallacanestro e pallavolo, ma anche palestre e una pista di atletica. Insomma al Cus è possibile veramente praticare ogni tipo di attività sportiva. 
Le strutture. Nella polisportiva ci sono due campi di calcetto e sei campi da tennis, due dei quali da quest’anno avranno il Greenset, la più moderna pavimentazione attualmente esistente. Per gli amanti del nuoto c’è una piscina di 25 metri per 18 divisa in otto corsie attrezzata naturalmente con docce, lavapiedi, spogliatoi e un deposito per le varie attrezzature. La palestra di fitness, grande circa 1500 metri quadrati, proprio questa estate ha subito una rimodernizzazione complessiva che ha visto il completo rinnovamento della pavimentazione. Il gran numero di macchinari fa sì che, tranne nelle serate di maggiore affluenza, difficilmente bisogna aspettare molto tempo per poter svolgere gli esercizi. C’è inoltre una pista di atletica leggera che circonda un campo di calcio e di rugby regolamentare. Non mancano una sala per le arti marziali, una per lo yoga e il Rio Abierto e una per il pilates. Ogni zona naturalmente è comprensiva di docce e spogliatoi piuttosto ampi e accoglienti. 
I prezzi. L’iscrizione per gli studenti universitari costa 30 euro e per iscriversi è necessario un certificato di sana e robusta costituzione, una foto formato tessera (che si può fare in sede al costo di un euro) e una fotocopia della ricevuta di pagamento delle tasse universitarie. Con 130, euro ad esempio, si può frequentare per un anno il corso di atletica, con allenamenti bisettimanali. Per un anno di pallavolo o pallacanestro, invece, il costo è di 150 euro. Per le arti marziali ogni mese si versa una quota di 30 euro, la retta del tennis è di 50 euro al mese, mentre sempre con 30 euro si può frequentare per un mese la palestra di fitness tutte le mattine dei giorni feriali. Il nuoto, per tre giorni a settimana di sera, costa 65, l’acquagym 60 e l’hydrospin 50. Tutte le altre attività si aggirano intorno a questi prezzi. 
I campionati agonistici. Non mancano naturalmente gli sport a squadre che partecipano ai campionati agonistici. La pallavolo maschile quest’anno, dopo una stagione straordinaria, è addirittura arrivata in serie B2, anche se per problemi economici non disputerà questo campionato ripartendo invece, molto probabilmente, dalla C1. La squadra femminile della stessa disciplina milita nel campionato di D. Ha sfiorato la B, invece, il calcio a 5, eliminato soltanto nei Play Off. Il basket maschile, infine, partecipa al campionato Promozione. 
Per tutte le informazioni su corsi, costi, strutture e quant’altro è possibile collegarsi al sito http://www.cusnapoli.org. 
Alfonso Bianchi
- Advertisement -





Articoli Correlati